Direttore: Aldo Varano    

GIOIA PORTO. CGIL: Renzi non viene perché non ha proposte nè per il polrto né per i calabresi

GIOIA PORTO. CGIL: Renzi non viene perché non ha proposte nè per il polrto né per i calabresi

"Nel mese di maggio e poi ad agosto il Presidente del Consiglio Matteo Renzi aveva annunciato pubblicamente e nelle sedi istituzionali la sua presenza a Gioia Tauro per il 7 novembre per esporre il piano di rilancio della CALABRIA e della Piana, a cominciare dal porto e della sua prospettiva industriale, i risultati della 'cabina di regia' sui problemi drammatici della regione e le soluzioni da offrire ai precari calabresi.

Invece il 7 novembre Renzi non verrà a Gioia Tauro e neanche in CALABRIA". E' quanto si afferma in un comunicato della segreteria comprensoriale della Piana di Gioia Tauro della Cgil che annuncia, per la stessa data del 7 novembre, una manifestazione sempre a Gioia Tauro.

"La motivazione ufficiale - prosegue il comunicato - è che si attende l'elezione del nuovo Presidente della Regione. Le ragioni vere, invece, sono altre, come è del tutto evidente. Il Presidente Renzi non ha risposte da dare sullo sviluppo del Porto, cioè dell'unica infrastruttura che, come anche di recente hanno sottolineato i maggiori istituti economici nazionali, può rilanciare lo sviluppo produttivo e industriale della CALABRIA; non è in grado di assicurare un impegno concreto sull'istituzione della Zes; non può assicurare investimenti sul sistema ferroviario in grado di far uscire il porto dall'isolamento col resto d'Europa e non può dare alcuna certezza su un serio piano per la logistica nell'area".

"Fino ad adesso, infatti - sostiene ancora la Cgil - Renzi si è limitato a spot e slogan. Per Gioia e la CALABRIA nessuna proposta. Il Presidente Renzi non verrà il 7 novembre perché' non riesce a garantire neanche quello che in Prefettura a Reggio aveva assicurato: il reddito per migliaia di precari calabresi, per i percettori di ammortizzatori in deroga molti dei quali avanzano anche i sussidi del 2013. Il Governo non può pensare di non mettere cospicue risorse per i precari calabresi perché' la CALABRIA, a prescindere dal chi guiderà la prossima Giunta regionale, da sola non ce la può fare.

Il Presidente Renzi non verrà il 7 novembre perché' nella Legge di stabilità non ci sono le risorse per gli Lsu e Lpu dal 1 gennaio 2015, per cui migliaia di lavoratori saranno estromessi dal lavoro e centinaia di Comuni non potranno più erogare servizi pubblici essenziali. Il Presidente Renzi non verra' il 7 novembre a Gioia Tauro perché' non ha uno straccio di proposta sul futuro della CALABRIA".

Per la segreteria comprensoriale della Cgil "questi sono i motivi che ci spingono a chiedere ai sindaci della Piana di Gioia Tauro, senza differenza di schieramento politico, di partecipare con la fascia tricolore alla manifestazione del prossimo 7 novembre a Gioia, con concentramento alla rotonda del quadrivio Sbaglia alle ore 9. Ed anche ai parlamentari ed agli altri rappresentanti istituzionali chiediamo di essere presenti e di svolgere fino in fondo il ruolo a cui sono stati chiamati dal popolo che li ha eletti. Chiediamo, infine, l'immediata istituzione presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri del Tavolo permanente sulla CALABRIA e sulla Piana".