Direttore: Aldo Varano    

VIBO. Ha sparato al professore di violino che aveva una relazione con la figlia studentessa di piano

VIBO. Ha sparato al professore di violino che aveva una relazione con la figlia studentessa di piano

Non ci sono dubbi, secondo la Squadra mobile di Vibo Valentia, che sta svolgendo le indagini, sulla volontà omicida della donna, Caterina Cananzi, di 50 anni, che stamattina ha ferito in modo grave il docente di violino Domenico Lombardo, di 47 anni.

A conferma di questa tesi c’è il fatto che i colpi sparati contro il docente con una pistola calibro 7.65 sono stati più d'uno ed hanno raggiunto la vittima in parti vitali, tra cui il volto. Il ferimento è avvenuto in un'aula del conservatorio Torrefranca di Vibo Valentia, dove Lombardo, che insegna al liceo musicale Vito Capialbi della stessa città e la figlia ventiseienne della donna che gli ha sparato si erano dati appuntamento.

La giovane studia pianoforte nello stesso conservatorio, mentre Lombardo, secondo quanto si è appreso, si recava spesso nella struttura per esercitarsi. Tra i due c'era una relazione che andava avanti da circa un anno ma che era fortemente osteggiata dalla madre della giovane per il fatto che l'uomo è separato ed ha due figli, oltre che per la differenza d’età.

La figlia di Caterina Cananzi vive a Rizziconi, in provincia di Reggio Calabria, ed ogni giorno si reca a Vibo Valentia per andare al conservatorio, dove studia pianoforte. L’attività d'indagine è coordinata dal pm della Procura della Repubblica di Vibo Valentia Gabriella Di Lauro, sotto le direttive del Procuratore, Mario Spagnuolo. Domenico Lombardo, secondo fonti investigative, pur essendo stato ricoverato nell'ospedale di Vibo Valentia con la riserva della prognosi, non sarebbe comunque in imminente pericolo di vita.