Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Corte d'Appello: Cisterna è innocente

REGGIO. Corte d'Appello: Cisterna è innocente
Mentre i giudici scrivono una sentenza che parla di incongruenze nella deposizione di Cisterna, un altro collegio decreta, per la seconda volta, che l'ex vice di Piero Grasso alla Dna, non calunniò il poliziotto Luigi Silipo.
 
Nella serata di ieri, infatti, la Corte d'appello ha deciso: va confermata la sentenza emessa in primo grado dal gup Cinzia Barillà. Cisterna è innocente.
 
Il giudice fu accusato di aver calunniato Silipo per averlo denunciato all'autorità giudiziaria a causa di alcuni errori ritenuti volontari all'interno di una informativa che finì sul tavolo del Csm e del Quirinale. Errori ammessi dalla stessa procura, ma senza qualsivoglia dolo da parte del poliziotto. L'esposto di Cisterna fu archiviato e partì il procedimento per calunnia.
 
Il processo, sebbene celebratosi con rito abbreviato, fu particolarmente intenso, anche perché vide la presenza di un altro magistrato, Roberto Pennisi, che raccontò di aver saputo dalla viva voce di Silipo che questi fu «costretto» a redigere quell'informativa. Parole smentite con forza dallo stesso poliziotto. Ora, la nuova assoluzione in appello per Alberto Cisterna. (cm)