Direttore: Aldo Varano    

GAY. Galati (Fi) Grande soddisfazione per la posizione bipartisan del Cc di Reggio

GAY. Galati (Fi) Grande soddisfazione per la posizione bipartisan del Cc di Reggio
 

rep

“Esprimo grande soddisfazione per l’approvazione da parte del Consiglio comunale di Reggio Calabria della mozione ‘Iniziative per la tutela della famiglia naturale’ presentata dal Consigliere di Forza Italia Massimo Ripepi”. E’ quanto afferma il deputato e vicecoordinatore di Forza Italia in Calabria, Onorevole Giuseppe Galati. “E’ importante – aggiunge - porre alla base delle determinazioni politiche i valori cristiani che costituiscono il fondamento della nostra società. A tal proposito particolarmente significativa è stata la convergenza bipartisan del Consiglio comunale di Reggio Calabria, con la sola astensione del Presidente della massima assise, nel votare un provvedimento volto a tutelare la famiglia intesa come nucleo naturale e basilare della società fondata sul matrimonio tra un uomo ed una donna”.  “Per tali motivi – osserva - non posso che sostenere con convinzione la presa di posizione del Consiglio comunale di Reggio Calabria che ha espresso la propria opposizione a qualunque tentativo di introdurre nell’ordinamento giuridico disposizioni normative dirette ad alterare la stessa struttura della famiglia. Saluto, quindi, con particolare favore la mozione presentata dal Consigliere comunale Massimo Ripepi che impegna la Giunta ad individuare una data per la celebrazione della ‘Festa della famiglia naturale’ fondata sull’unione tra uomo e donna e a chiedere al Governo centrale la non applicazione del Documento Standard per l’educazione sessuale in Europa, redatto dall’Ufficio europeo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Ritengo che la politica, a parte le divisioni ideologiche e di pensiero, possa trovare unità quando ci si trova a dibattere su questioni cardine e su valori indissolubili della nostra società. Il Consiglio comunale di Reggio, nell’occasione, è stato alto interprete di queste esigenze”.