Direttore: Aldo Varano    

CALABRIA. 400 i siti inquinati. L'Arpacl dovrà decidere le priorità dell'intervento di bonifica

CALABRIA. 400 i siti inquinati. L'Arpacl dovrà decidere le priorità dell'intervento di bonifica

Sono circa 400 i siti potenzialmente inquinati presenti in Calabria che la Regione ha registrato in una apposita anagrafe del Piano regionale delle Bonifiche. Su questi siti l'Agenzia regionale per la protezione dell'Ambiente della Calabria (Arpacal) dovrà decidere con quali priorità intervenire per bonificarli.

Così sarà anche per i siti industriali dismessi e per le aree costiere con relitti per lo più di imbarcazioni abbandonati.

E’ questo il contenuto del documento siglato tra il Direttore generale dell'Arpacal, Sabrina Santagati, e il Dipartimento regionale delle Politiche dell'Ambiente della Regione.

La Calabria, a questo proposito già nel 2002 si era dotata di un Piano di bonifica da aggiornare. Aggiornamento che consiste in un censimento dei siti e nell'elaborazione della cosiddetta funzione del rischio che di fatto stabilirà le priorità di intervento su scala regionale.