Direttore: Aldo Varano    

MATACENA. Fi i ha usato come uno straccio vecchio

MATACENA. Fi i ha usato come uno straccio vecchio

''Se dovesse succedere qualcosa a me o ai miei familiari, verrebbero consegnati e pubblicati in Italia i numeri dei conti correnti svizzeri sui quali sono state depositate le somme delle tangenti dell'affare Telekom Serbia''. Da Dubai, dove e' latitante dall'estate del 2013, dopo una condanna definitiva a tre anni per concorso esterno in associazione mafiosa, l'ex parlamentare di Forza Italia Amedeo Matacena, intervistato in esclusiva dall'ANSA, lancia un messaggio che lascia pochi dubbi: ''furono portate - racconta - delle tangenti con un aereo privato dalla Serbia in Svizzera. Un broker che conosco mise i soldi su tre conti correnti di tre importanti esponenti della sinistra italiana e mi consegno' quei numeri, che non sono l'unico a sapere. Non so per chi fa il ventriloquo il collega deputato del Pd Davide Mattiello. Io credo, pero', che loro sappiano che se dovesse accadere qualcosa alla mia incolumita' o a quella dei miei familiari, verrebbero subito resi noti questi conti correnti''.

Davide Mattiello e' il deputato della Commissione parlamentare antimafia che da tempo, con altri parlamentari, chiede che l'Italia si impegni per il rientro in Italia del latitante. Recentemente, l'Italia si e' adoperata per siglare un trattato di cooperazione giudiziaria con le autorita' degli Emirati che, quando concluso, portera' all'estradizione di Matacena. ''Io sono qui - dice all'ANSA - anche se certo non faccio il tifo per loro''.

Camicia a righe, occhiali e jeans, notevolmente piu' magro rispetto alle ultime foto che circolano su di lui, ''sono dimagrito 16 chili in un anno e mezzo'', l'ex esponente di FI non risparmia critiche al centrodestra da cui e' stato candidato alla Camera nel 1994 e nel 1996.

''A Palermo - ricorda - testimoniai per due volte a favore di Marcello dell'Utri, la seconda anche se non ero stato ricandidato. A Caltanissetta, citato come teste da Berlusconi, testimoniai contro l'ex magistrato Caselli. Ma Fi mi ha usato come uno straccio vecchio. Sono stato sacrificato dal partito per dare in pasto alla stampa la notizia che il partito faceva pulizia nelle liste''. Di qui, spiega, la mancata ricandidatura nel 2001. (fonte ansa)