Direttore: Aldo Varano    

MESSINA. Accorinti: Politica non sia centro di potere

MESSINA. Accorinti: Politica non sia centro di potere

''La politica e' la forma piu' spirituale che c’è, e' servizio, e noi dobbiamo batterci per togliere l'uso della parola politica a chi ne fa un centro di potere''. Cosi' il sindaco di Messina, Renato Accorinti, al dibattito che stamattina a Taranto ha aperto il concertone del Primo Maggio. ''A Messina - dice il sindaco - non ci sono solo le varie mafie: quella dei palermitani, dei catanesi, dei barcellonesi, la mafia di Reggio Calabria. Non c'e' solo il malaffare con gli ultimi sindaci finiti agli arresti. C'e' soprattutto l'inquinamento dell'indifferenza e pensare di battere questo stato di cose, era francamente impensabile. Ma io penso che il cambiamento e' solo nelle nostre mani, si tratta di lavorare di piu' e meglio''.

Accorinti dice di essere stato invitato a Milano per l'inaugurazione di Expo 2015 ma di aver preferito il concertone del Primo Maggio a Taranto ''per una scelta di campo''. ''Mobilitarsi e' bello, lottare e' vita, ma bisogna farlo con gioia, con positivita' - afferma Accorinti -. Sono stato a Marzabotto e li' ho visto come la lotta della Resistenza non sia solo un ricordo dei vecchi partigiani ma un qualcosa che sta dentro le coscienze di tutti. Percio' dico: lottiamo per il cambiamemto ma tiriamo fuori il meglio che c'e' in noi. Non si tratta di far prevalere uno stupido ottimismo - conclude il sindaco di Messina - ma di prendere finalmente coscienza che il cambiamento e' possibile''.