Direttore: Aldo Varano    

Mi batterò in ogni sede per tutelare istituzioni da minacce e ricatti. BOSSIO

Mi batterò in ogni sede per tutelare istituzioni da minacce e ricatti. BOSSIO

di ENZA BRUNO BOSSIO – (rep) E’ assai grave che i parlamentari 5 stelle strumentalizzino e diano la sponda al Direttore del “Corriere della Calabria” Paolo Pollichieni.

Ho dato mandato ai miei legali per presentare denuncia nei confronti del suddetto giornalista per aver pubblicato proprio ieri notizie false e calunniose a mio danno.

L’obiettivo di questo attacco è abbastanza esplicito: si vuole condizionare la Commissione Parlamentare Antimafia sui contenuti della relazione su “Mafia e giornalismo in Calabria”.

La richiesta delle mie dimissioni dall’Antimafia suona come una vera e propria ritorsione al fatto che mi sono battuta affinché venissero apportate modifiche e si svolgessero attività di approfondimento sulla relazione.

Ciò è avvenuto nell’ultima seduta della Commissione e quando Pollichieni aveva già anticipato e pubblicato ampi stralci di questa relazione sul “Corriere della Calabria” di cui egli è Direttore ed Editore.

Ha persino presentato la relazione come se fosse stata già approvata e votata dalla Commissione Antimafia.

La credibilità della Commissione Antimafia è messa a dura prova proprio da chi favorisce i tentativi di condizionamento per orientare i lavori di questo organismo e favorire la tesi di alcuni settori che in Calabria vorrebbero si scambiasse la mafia con l’antimafia.

Denuncio Pollichieni per la sua azione diffamatoria dal momento che io non ho oscurato nessun dato, anzi, ho firmato presso gli uffici della Camera dei deputati la liberatoria per autorizzare la pubblicazione dei nomi dei sottoscrittori e delle relative cifre che sono state versate a sostegno della mia campagna elettorale. Per verificare quanto affermo è sufficiente cliccare sul sito istituzionale della Camera dei deputati.

E’ tutto chiaro ed in trasparenza.

Le stesse società a cui fa riferimento Pollichieni e, dunque, oggetto della posizione dei parlamentari 5 stelle, non annoverano tra i soci proprietari il Citrigno che è stato oggetto di condanna nel processo Twister.

Anche qui c’è da fare molta chiarezza ma nel senso che a dover dare conto di un torbido contesto è soprattutto il Pollichieni che tutti ricordano come il Direttore del quotidiano edito da Citrigno.

Se pensano di zittirmi non ci riusciranno.

Mi batterò in ogni sede perché si ristabilisca ogni verità a favore della democrazia, della trasparenza e per tutelare la funzione istituzionale da evidenti minacce e ricatti.

*parlamentare Pd della Calabria