Direttore: Aldo Varano    

CROTONE. Giornalista Rossana Caccavo vince contro Esperia Tv del gruppo Marrelli

CROTONE. Giornalista Rossana Caccavo vince contro Esperia Tv del gruppo Marrelli
"Sentenza storica del Tribunale di Crotone che, confermando in primo grado il giudizio a favore della giornalista Rossana Caccavo, licenziata dall'emittente Esperia TV, mette anche ordine all'interpretazione dell'art. 34 della legge istitutiva dell'Ordine dei giornalisti n. 69 del 3 febbraio 1963 in materia di iscrizione del Registro dei Praticanti". Lo rende noto un comunicato del Sindacato giornalisti della Calabria.  
 
"Ovvero - prosegue la nota - sottolinea il 'valore disgiuntivo della congiunzione 'o' che consentirebbe di individuare nella disposizione quattro ipotesi distinte, e pertanto quelle relative ai giornali quotidiani ed ai servizi giornalistici della radio e della televisione non comporterebbero ai fini dello svolgimento della pratica il rispetto dei limiti numerici riferibili esclusivamente alle ipotesi residue (agenzia quotidiana di stampa a diffusione nazionale e con almeno quattro giornalisti professionisti redattori ordinari; periodico a diffusione nazionale e con almeno sei giornalisti redattori ordinari)".  
 
"Quel che e' certo - sottolinea il segretario del Sindacato Giornalisti della Calabria, Carlo Parisi, componente della Giunta Esecutiva Fnsi - e' che oltre due anni dopo il licenziamento 'in tronco e con effetto immediato' (avvenuto il 13 aprile 2013) e un anno dopo l'ordinanza emessa nella fase sommaria del rito Fornero, che l'ha reintegrata sul posto di lavoro (mai ottemperata dall'azienda), Rossana Caccavo incassa un'altra vittoria con una sentenza che, ancora una volta, premia la linea dell'Ufficio Legale del Sindacato Giornalisti della Calabria rappresentato dall'avv. Mariagrazia Mammi' e conferma la pretestuosita' di un licenziamento avvenuto appena cinque giorni dopo la sua elezione a fiduciario di redazione, evento storico nel Gruppo Marrelli di Crotone che, fino a quel momento, non aveva mai avuto una rappresentanza sindacale".