Direttore: Aldo Varano    

SVIMEZ. A Sud 1 povero su tre; a Nord 1 su 10

SVIMEZ. A Sud 1 povero su tre; a Nord 1 su 10
Allarme povertà  per il mezzogiorno: "una persona su tre a rischio al Sud, una su dieci al Nord". E' quanto si legge nel Rapporto Svimez sull'economia del Mezzogiorno 2015. "In Italia, negli ultimi tre anni, dal 2011 al 2014 - secondo lo studio - le famiglie assolutamente povere sono cresciute a livello nazionale di 390mila nuclei, con un incremento del 37,8% al Sud e del 34,4% al Centro-Nord.
 
Quanto al rischio povertà , nel 2013 in Italia vi era esposto il 18% della popolazione, ma con forti differenze territoriali: 1 su 10 al Centro-Nord, 1 su 3 al Sud. La regione italiana con il pi alto rischio di povertà  ¨ la Sicilia (41,8%), seguita dalla Campania (37,7%). La povertà  assoluta ¨ aumentata al Sud rispetto al 2011 del 2,2% contro il +1,1% del Centro-Nord. Nel periodo 2011-2014 al Sud le famiglie assolutamente povere sono cresciute di oltre 190mila nuclei in entrambe le ripartizioni, passando da 511mila a 704mila al Sud e da 570mila a 766mila al Centro-Nord. A livello di reddito, guadagna meno di 12mila euro annui quasi il 62% dei meridionali, contro il 28,5% del Centro-Nord. Particolarmente pesante la situazione in Campania (quasi il 66% dei nuclei guadagna meno di 12mila euro annui), Molise (70%) e Sicilia (72%)".