Direttore: Aldo Varano    

CASO BILARDI. Giunta autorizzazioni a procedere del senato rinvia voto a settembre

CASO BILARDI. Giunta autorizzazioni a procedere del senato rinvia voto a settembre

La Giunta per le autorizzazioni a procedere del Senato ha rinviato a settembre il voto sugli arresti domiciliari per il senatore del Nuovo centrodestra Giovanni Bilardi, avanzata dal gip di Reggio Calabria nell'ambito della vicenda 'Rimborsopoli' regionale. "La decisione di rinviare - ha spiegato al termine della riunione Dario Stefàno - è nata a causa della richiesta della relatrice Pezzopane di integrare la relazione. È stato impossibile votare oggi dal momento che la relatrice ci ha chiesto del tempo per integrare la sua proposta perché vuole rivedere alcuni aspetti". La prossima riunione della Giunta si terrà a settembre, "i primi del mese, magari anche prima dell'8, ma spetterà ai capigruppo valutare la possibilità", ha aggiunto Stefàno.

Giorgio Pagliari, senatore Pd ha precisato: "Non ho chiesto alcun rinvio in Giunta delle elezioni sul caso Bilardi. Semmai ho chiesto alla relatrice Pezzopane, come altri senatori, un approfondimento su una specifica questione".

"Nella richiesta del Tribunale di Reggio Calabria, infatti - aggiunge Pagliari - c'e' scritto che il senatore Bilardi potrebbe reiterare il reato perché dispone, in quanto senatore della Repubblica, di ingenti fondi pubblici. Il presidente del Senato, come richiesto dalla Giunta, ha certificato invece che i senatori dispongono esclusivamente, in quanto tali, di ciò che viene loro corrisposto a titolo di indennità di funzione e di rimborso. Dunque la richiesta di approfondimento verte solamente sulla disponibilità presunta di fondi pubblici in possesso di senatori. La relatrice, al termine della discussione, ha accolto le diverse richieste di approfondimento".