Direttore: Aldo Varano    

COSENZA. Pietro Mancini querela assessore Bozzo della giunta Occhiuto

COSENZA. Pietro Mancini querela assessore Bozzo della giunta Occhiuto
(rep)

Con i "personaggetti", modesti e senza qualità, non si discute, mai, abbassandosi al loro, infimo livello. Me lo ha insegnato Giacomo Mancini. Ringrazio per i messaggi di solidarietà ricevuti, dopo l'aggressione e gli insulti nei miei confronti. Avevo invitato, cortesemente, l'arch. Occhiuto di ordinare al suo assessore, sig. Bozzo, di ritirare le offese, pesanti e gratuite, che ha rivolto allo scrivente, noto e stimato giornalista, da tempo fuori dal teatrino politico locale. Mi hanno informato che l'uomo-in passato al servizio di un allora senatore DC, e in futuro, quasi certamente, di altro padrone- non ha, tuttavia, cancellato il post sui Social-network, che i miei legali hanno ritenuto, gravemente, diffamatorio. Provvederò, dunque, a dare avvio alla denuncia nei confronti di costui, presentando la richiesta, in sede civile, di un congruo risarcimento per i danni, arrecatimi dal pur screditato e modesto "peone". La congrua somma, che spero mi verrà riconosciuta dai giudici, la destinerò ai fondi per l'imminente campagna elettorale delle liste, che scenderanno in campo, a Cosenza, per sollecitare il profondo rinnovamento, etico prima che politico, degli amministratori e della gestione del Comune, all'insegna dello slogan "il piacere dell'onestà". E per elevare la qualità della vita, dei servizi per i cittadini e i redditi, nella nostra città, precipitati all'ultimo posto, secondo la graduatoria, pubblicata, ieri, dal "Corriere della Sera".
Pietro Mancini