Direttore: Aldo Varano    

CALABRIA. Fi promuove il Dipartimento rapporti umani e civili. Una donna in ogni provincia

CALABRIA. Fi promuove il Dipartimento rapporti umani e civili. Una donna in ogni provincia
In un momento particolarmente tragico per la Calabria, con una regione che non parte, nonostante i tanti proclami, Forza Italia continua la sua opera e organizza il 'Dipartimento rapporti umani e civili' che fa capo a Mara Carfagna a livello nazionale, nominando cinque donne, che assumono l'incarico di responsabili provinciali, ognuna per il rispettivo territorio di competenza. Maria Jose' Caligiuri, responsabile regionale del dipartimento, insieme a Jole Santelli, coordinatrice regionale di Forza Italia si sono attivate a disciplinare con grande spirito di servizio e grande senso di responsabilita' il dipartimento, convinte inoltre, che la politica vera, si fa ascoltando i cittadini comuni e, i calabresi mai come in questo momento, avvertono la necessita' di un vero supporto. Inizia un nuovo percorso anche in Calabria, attraverso Giusy Regalino responsabile di Crotone e provincia, Francesca Iusi responsabile di Cosenza e provincia, Anna Maria Giofre' responsabile di Vibo Valentia e provincia, Susanna Sapone responsabile di Reggio Calabria e provincia e Alessandra Magro responsabile di Catanzaro e provincia. "Ringrazio di cuore, queste validissime donne, che hanno accettato di adoperarsi per i calabresi e, soprattutto di fare parte di quella grande squadra di Forza Italia, che guarda al domani con maggiore attenzione e determinazione". E' quanto dichiara Maria Jose' Caligiuri che spiega: "Lavoreremo insieme, affinche' vengano applicati i diritti fondamentali della persona, affronteremo il tema dell'immigrazione e quello dell'integrazione. Affronteremo il delicatissimo ed attuale tema della violenza alle donne e alla discriminazione. Affronteremo i problemi che attanagliano i diversamente abili , i diritti umani delle minoranze, i diritti all'infanzia e il diritto alla sicurezza e alla pace. Saremo le portavoce di quella Calabria che vuole vedere riconosciuti i propri diritti, senza ricorrere al politico di turno, dimostreremo con il nostro impegno, che la Calabria puo' ancora farcela, ma soprattutto saremo attente e vigili nell'azione della politica amministrativa regionale, che in tema di politiche sociali, ha ampiamente dimostrato il suo grande deficit. Nei prossimi giorni, inizieremo il nostro percorso di fattibilita', con l'apertura di sportelli ascolto, in ogni citta' della Calabria".