Direttore: Aldo Varano    

PD. Il conclave dello stato maggiore a Lamezia (rictrip)

PD. Il conclave dello stato maggiore a Lamezia (rictrip)

Alla fine il conclave si è fatto. E già questa è una notizia per i democrat di Calabria che sono soliti rinviare più e più volte riunioni ed assemblee, specie quando il clima non è dei migliori.

Eppure, stavolta, il segretario regionale Ernesto Magorno è voluto andare fino in fondo per dare una dimostrazione di compattezza e mandare un segnale agli oppositori.

Certo c’è da dire che non essere uniti, considerata l’assenza dei principali oppositori (Carlo Guccione in particolare), non era impresa da far tremare i polsi. E c’è anche da dire che, durante il dibattito, non sono mancate diversità di opinioni su diversi temi. A partire proprio dalla sanità che continua a tormentare questa legislatura. Oliverio e i suoi, anche ieri, hanno dato chiari segnali di volere un intervento romano che possa spazzare via il commissariamento del comparto o, quantomeno, arrivare ad un avvicendamento di Massimo Scura. I parlamentari presenti, però, e tra questi Ferdinando Aiello in particolare, hanno più volte fatto capire che questa strada non è percorribile e che ci si dovrà rassegnare ad una convivenza.

Né sono stai sciolti i dubbi in ordine alle incompatibilità provinciali di Catanzaro, Reggio e Vibo, né sulla tempistica relativa al completamento della segreteria Magorno.

Pieno sostegno all’azione di Oliverio si voleva ottenere e pieno sostegno si è ottenuto. Convinti che la supervisione e la regia di Marco Minniti, di fatto un commissario ufficioso del partito, possa essere sufficiente a saldare i rapporti con Renzi e il suo governo. Più volte il presidente Oliverio, nel corso del suo intervento, ha rimarcato la piena sinergia Pd anche e soprattutto tra i vari livelli di governo.

Ernesto Magorno, al termine dei lavori, è stato fermo nel descrivere la granitica unità democrat e l’attenzione del governo nazionale nei confronti della Calabria. Ma su quest’ultimo punto se ne potrà sapere di più nelle prossime due settimane che dovrebbero registrare le visite sia di Renzi che di Luca Lotti. (rictrip)