Direttore: Aldo Varano    

RIFIUTI. Differenziata cresce al Sud più della media italiana

RIFIUTI. Differenziata cresce al Sud più della media italiana
"Anche se il Mezzogiorno e' mediamente in ritardo rispetto al Settentrione ci sono una serie di segnali che ci dicono che il Sud si sta muovendo". Lo ha detto il presidente del Consorzio nazionale imballaggi (Conai), Roberto De Santis, intervenendo oggi a Bari nel Salone Greenway della  Fiera del Levante al convegno "Economia circolare, il ruolo delle citta' del Sud': la gestione dei rifiuti di imballaggio nel Mezzogiorno ed i risultati raggiunti da Conai".  
 
"In Puglia, Calabria, Campania ci sono numerosi esempi di crescita della raccolta differenziata e nel 2014 la percentuale di crescita nelle regioni del Sud e' stata maggiora di quella media in Italia. Per incentivare la raccolta differenziata ci vuole - secondo De Santis - una grandissima assunzione di responsabilita' da parte dell'autorita' politica amministrativa delle Regioni, perche'  all'interno dell'opinione pubblica e' maturata una forte coscienza ambientale che consente di portare avanti questi progetti. Intendiamo quindi riaffermare il nostro impegno nel promuovere lo sviluppo della raccolta differenziata nelle regioni del Sud assicurando il ritiro e l'avvio a riciclo dei rifiuti di imballaggio conferiti in convenzione e riconoscendo i corrispettivi economici previsti dall'Accordo Quadro Anci-Conai. Si tratta di un impegno straordinario rivolto ai Comuni che, come nel caso di Bari, Catania, Catanzaro e Palermo, hanno avviato un percorso di crescita e miglioramento della raccolta".
 
"La differenziata ha fondamentali ricadute economiche ed ambientali - ha concluso il Sottosegretario all'Ambiente, Barbara Degani - tanto che dobbiamo pensare ai rifiuti come una risorsa e non come problema amministrativo. Questa Italia a geografia variabile nell'ambito della differenziata va uniformata e l'impegno del governo e' di continuare a lavorare sotto l'aspetto normativo, per la semplificazione fiscale ad esempio oltre alla chiusura delle discariche, ma anche dal punto di vista dell'educazione con l'insegnamento dei principi virtuosi previsto sin dalla materna". All'incontro sono intervenuti, tra gli altri, i sindaci di Bari e Catania, Antonio Decaro ed Enzo Bianco, che hanno raccontato le specifiche esperienze locali ed i prossimi progetti per aumentare le percentuali di raccolta differenziata.