Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Morosini: La povertà cresce ed è insopportabile. CAL appesa col filo al resto d’Italia

REGGIO. Morosini: La povertà cresce ed è insopportabile. CAL appesa col filo al resto d’Italia

''È drammatico assistere ad una politica di tagli continui in ogni settore dell'apparato economico e sociale, che stanno facendo della nostra Calabria un pezzo di terra appeso solo con un filo al resto dell'Italia: tagli nei trasporti aerei e ferroviari, tagli nella sanità, tagli nell'apparato amministrativo con continue perdite di posti di lavoro e con infrastrutture alcune volte da terzo mondo. Ancora una volta il rapporto Svimez ci ha collocati all'ultimo posto''.

Lo ha affermato l'arcivescovo di Reggio Calabria-Bova, Giuseppe Fiorini Morosini, nell'omelia pronunciata a Reggio Calabria durante le celebrazioni per la Madonna della Consolazione.

''Denunciare questa difficile situazione -ha proseguito il presule- non è populismo o demagogia: è annunciare, gridandolo, se fosse necessario, il bisogno di dignità e di consolazione che trasuda dalla vita e dal cuore della nostra gente. Come non ricordare lo stato di sofferenza di tante strutture di assistenza e di accoglienza, che non ricevono quanto è dovuto dalle istituzioni e sono abbandonate a loro stesse, abbandonate ad arrangiarsi per continuare a prestare il loro servizio agli ultimi e ai meno fortunati nella vita?''

Morosini ha ricordato ancora ''il problema della casa e del salario minimo che manca a molti, mentre la soglia di povertà di tante nostre famiglie aumenta paurosamente e si fa sempre più insopportabile'', e ancora ''come non pensare ai nostri giovani, spesso quelli più capaci e dotati, che abbandonano la nostra terra arricchendo altre terre e impoverendo sempre più la nostra?''.