Direttore: Aldo Varano    

Bova (Pd): A Roma col v.ministro Bubbico chiederò più stato a difesa degli amministratori minacciati

Bova (Pd): A Roma col v.ministro Bubbico chiederò più stato a difesa degli amministratori minacciati

“Manifestando sincero apprezzamento per la sensibilità del Viceministro degli Interni on. Filippo Bubbico, aderisco con pieno convincimento all’incontro che vedrà protagonisti mercoledì 23 settembre i sindaci della Calabria i quali saranno auditi al Viminale sull’emergenza intimidazioni nei confronti degli amministratori pubblici, sempre più bersaglio nella nostra regione di minacce, in una recrudescenza che non conosce interruzione”.

Ad affermarlo è il consigliere regionale Arturo Bova (Democratici Progressisti) che aggiunge: “La mia presenza mercoledì mattina, alle ore 11.00, al Viminale a fianco dei sindaci, testimonia l’attenzione dei Presidenti della Giunta e del Consiglio regionali Mario Oliverio e Nicola Irto che hanno inteso dare un segnale tangibile di vicinanza della massima istituzione calabrese agli amministratori locali. Il nostro territorio è costantemente esposto ad aggressioni. Assistiamo continuamente a gesti vili e deplorevoli che suscitano condanna e indignazione collettiva. Ad esserne vittima, infatti, non sono solo i diretti destinatari ma un’intera comunità assediata ed offesa. Un sentimento, questo, che ho colto fra i miei concittadini, quando sono stato

anch’io destinatario di minacce e gravi atti intimidatori”.

“Non è facile - e lo dico in prima persona nella mia esperienza da sindaco - proseguire nell’impegno di rappresentare i cittadini, guidare ed orientare l’azione amministrativa, compiere scelte per il benessere ed il progresso di una regione, in un clima di tensione e di pressione costanti. Eppure - evidenzia Bova - ci riusciamo, senza mai abbassare la testa, convinti di operare nel supremo interesse collettivo, proseguendo con il medesimo coraggio e la stessa determinazione che hanno segnato il nostro esordio in politica alla guida delle Istituzioni”.

“Lo Stato - sostiene Arturo Bova - deve far sentire ancora più forte la sua presenza accanto ai sindaci e agli amministratori che si prodigano quotidianamente per il bene comune contro le oscure e spregevoli manovre di chi tenta di ostacolarne il lavoro.

I numeri parlano chiaro. La recrudescenza degli attentati contri amministratori pubblici richiede interventi e misure urgenti che, sono certo, saranno individuati nel corso dell’importante iniziativa di confronto dove saranno presenti altre espressioni istituzionali nazionali e regionali. Questa iniziativa - conclude l’esponente di centrosinistra - è occasione anche per rinnovare la nostra gratitudine a magistrati e forze dell’ordine impegnati, a costo di sacrifici e rinunce, ad affermare la legalità in una terra difficile”.