Direttore: Aldo Varano    

Banda ultralarga: le migliori d'Italia, nel 2018, saranno PUGLIA e CALABRIA

Banda ultralarga: le migliori d'Italia, nel 2018, saranno PUGLIA e CALABRIA
E' il Lazio la regione in cima al podio della banda ultralarga, sia per la dotazione attuale che per gli impegni presi dagli operatori nella Consultazione Infratel al 2018. Fanalino di coda e' invece il Molise.   In totale, stando ai dati presentati da Infratel, le aree bianche (a fallimento di mercato) sono oltre 83mila, mentre quelle nere o grigie (cioe' con i privati in campo) sono poco piu' di 1.100. Estendendo le aree su base regionale, i dati dicono che al marzo 2015 il livello di copertura del Lazio con la fibra fino a casa, all'edificio o al punto di distribuzione era pari al 21%, mentre la fibra fino al nodo copriva il 45,6% delle unita' immobiliari. Al polo opposto si piazza la Valle D'Aosta, con percentuali rispettivamente dello 0% e dell'1,1%.  
 
Guardando invece gli impegni degli operatori al 2018 (che sono appunto oggetto della consultazione) resta il primato del Lazio, che costituisce evidentemente il boccone piu' "ghiotto" per gli operatori: le due percentuali salgono infatti al 37% e al 68%. La regione meno gettonata al 2018, e che dovrebbe essere dunque coperta dall'investimento pubblico, e' il Molise (3% e 12% rispettivamente).  
 
Se si considerano infine anche i piani pubblici gia' avviati, la classifica al 2018 cambia: le regioni migliori saranno infatti Puglia e Calabria, oggetto di importanti programmi di digitalizzazione. Nella prima manchera' la copertura per appena l'1%, nella seconda per il 3%. Il Lazio e' terza con il 20% scoperto. In fondo alla classifica, invece, il Molise con il 73% di mancata copertura.