Direttore: Aldo Varano    

VALLONE (Pd): concordata con Magorno riunione Assemblea regionale per il 28 novembre sui problemi della sanità

VALLONE (Pd): concordata con Magorno riunione Assemblea regionale per il 28 novembre sui problemi della sanità
"Mi corre l'obbligo di precisare che il sottoscritto, in accordo col segretario regionale del Partito Democratico, Ernesto Magorno, e sulla base di una comune valutazione, ha proceduto alla convocazione dell'Assemblea regionale per il 28 novembre con all'ordine del giorno 'l'emergenza sanita' in Calabria'". Lo afferma in una nota il presidente dell'Assemblea regionale del Pd, Peppino Vallone, dopo che ieri 165 dei 300 componenti dell'organismo avevano chiesto la convocazione della stessa Assemblea per discutere dei della Sanita'.   "Il Pd della Calabria, per le funzioni del Presidente Oliverio, oltre quella di Renzi - aggiunge - e di centinaia di enti locali calabresi, ha il dovere di discutere, confrontarsi e proporre soluzioni all'altezza della sfida di governo. Va in questa direzione il lavoro di programmazione che e' stato avviato con l'istituzione della Consulta regionale sulla sanita' finalizzato a far esprimere tutte le potenzialita' propositive del Pd, in una fase di confronto e di elaborazione che trovera' un primo momento di riflessione, di studio e di approfondimento nelle due giornate, programmate per il 14 e il 15 novembre sul tema della sanita', aperta alle tante istanze sociali, istituzionali e di competenza della Calabria".   "Un'iniziativa - prosegue Vallone - che rappresenta la dimostrazione piu' evidente di una volonta', di un programma politico che vuole affrontare e risolvere la drammatica crisi della nostra Regione. Mentre si sta sviluppando questa attivita' mi corre l'obbligo, per la responsabilita' di funzione, rivolgere un appello sentito al senso di responsabilita' del gruppo dirigente a tutti i democratici, per evitare che uno stato di legittima emotivita' possa distrarre la nostra attenzione dall'obiettivo di lavorare uniti per riformare e cambiare le modalita' e le priorita' dell'azione di governo. L'eredita' ricevuta dalla Giunta Scopelliti pesa ancora drammaticamente. La Calabria guarda a noi con speranza e questa fiducia non la dobbiamo deludere".