Direttore: Aldo Varano    

MEDURI (Pd). Estraneo a tutti i fatti. Mai preso soldi. Non mi spiego le parole della Accroglianò

MEDURI (Pd). Estraneo a tutti i fatti. Mai preso soldi. Non mi spiego le parole della Accroglianò

Si è dichiarato estraneo ai fatti negando di aver preso soldi Luigi Meduri, ex sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture, dal 2006 al 2008, del governo Prodi, finito agli arresti domiciliari per corruzione nell'ambito dell'inchiesta della procura di Roma su un giro di tangenti all'Anas.

Come riferito dall'avvocato Antonio Managò, difensore di Meduri, al termine dell'interrogatorio di garanzia tenutosi nel pomeriggio nell'ufficio del gip Giulia Proto alla presenza dei pm Francesco Loy e Sabina Calabretta, l'indagato "ha risposto a tutte le domande e chiarito ogni particolare, in particolare ha spiegato di essere estraneo a qualsiasi passaggio di danaro".

"Di questa vicenda - ha aggiunto - non sa nulla. Non sapeva che questi imprenditori (Bosco e Costanzo, ndr) dessero soldi all'Anas in cambio di favori, né nessuno ha mai chiesto un intervento di Meduri in questo senso".

"Non ci spieghiamo - ha dichiarato ancora il legale come mai la signora Antonella Accroglianò (la cosiddetta "Dama Nera", ndr) abbia più volte speso il nome di Meduri in più occasioni, parlando di Gigi... Secondo noi si tratta di millateria. Noi non lo comprendiamo".

"Con la signora Accroglianò - ha concluso Managò - lui aveva buoni rapporti di amicizia, anche datati, ma non di affari. Ma nulla di più. L'unico favore di cui si parlava era l'impiego del fratello di questa signora alla Regione Calabria, che poi non c’è neppure stato. Meduri è un po' seccato per questa vicenda, ma la affronterà".