Direttore: Aldo Varano    

ARDIZZONE (pres Assemblea siciliana: Crocetta ha offeso i calabresi: io gli chiedo scusa

ARDIZZONE (pres Assemblea siciliana: Crocetta ha offeso i calabresi: io gli chiedo scusa
"Da messinese e da siciliano, che si sente leso ogni qual volta si parla della nostra isola come terra dove e' impossibile fare investimenti a causa della mafia, voglio chiedere scusa ai cittadini calabresi per le improvvide e inopportune dichiarazioni del presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta sull'accorpamento dei porti di Messina e Gioia Tauro. E lo faro' personalmente domani, incontrando a Reggio  Calabria il sindaco, Giuseppe Falcomata', e il delegato per l'Area dello Stretto del Consiglio regionale calabro, Domenico Battaglia". Lo afferma, in una nota, il presidente dell'Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone. "Evidentemente - continua Ardizzone - al presidente Crocetta sfugge che la creazione dell'autorita' di 'Sistema Portuale dello Stretto', la piu' grande del Sud Italia, deliberata dal Consiglio dei ministri mercoledi' scorso, rappresenta un volano per il rilancio dell'economia a Messina. La politica, nelle proprie scelte, deve propendere verso gli interessi della collettivita' e non dei singoli, anche se legittimi. Ecco perche' Crocetta sbaglia, sia nel bocciare l'accorpamento, sia e soprattutto sostenendo che in questo modo si da' la possibilita' alla ndrangheta di mettere le mani sul porto di Messina. Il presidente della Regione, evidentemente, sottovaluta che si tratta di una grande occasione per avviare un progetto condiviso, che possa rilanciare l'Area dello Stretto quale territorio di grande potenzialita', in tema di attrazione di risorse, nel panorama del Mezzogiorno d'Italia".
 
La creazione di un'unica Autorita' portuale rientra in un progetto piu' ampio di Area integrata dello Stretto, che ha gia' portato Sicilia a Calabria a legiferare in materia e alla costituzione di di una Conferenza permanente interregionale per il coordinamento delle politiche dell'Area dello Stretto, si legge nella nota.
 
"E' un progetto - riprende il presidente dell'Ars - che punta alla valorizzazione, integrazione e sviluppo in tema di infrastrutture, trasporti, ambiente, universita', ricerca, innovazione tecnologica, turismo, politiche sociali, culturali ed economiche delle citta' metropolitane di Messina e Reggio Calabria.
 
Un'idea alla quale lavoriamo da molto tempo e che ha gia' visto un primo step nel 2014, con la legge approvata dall'Ars che favorisce la stipula di accordi per i servizi di prossimita' nell'area dello Stretto. Adesso, dopo che anche la Regione Calabria, con l'ultima legge di stabilita', ha approvato una norma identica, richiamando quella siciliana, e con il varo definitivo del regolamento della Conferenza che avra' sede a Palazzo Campanella a Reggio, si entra nella fase operativa per favorire le politiche di prossimita' tra le due sponde, attorno alle quali ruota un bacino di 1 milione e 200mila persone". Per il presidente Ardizzone si tratta di "una grande scommessa per rilanciare, in un contesto di piena e leale collaborazione, Messina e Reggio Calabria. Sono certo che il contributo di tutti sia fondamentale per la crescita e lo sviluppo di quest'Area. E anche l'accorpamento del porto di Messina con la Calabria va nella direzione di una vera e propria integrazione delle due aree metropolitane dello Stretto, oltre a gettare le basi perche' la nuova Authority diventi la piu' competitiva del Mediterraneo, il vero porto del Sud Europa".