Direttore: Aldo Varano    

MATTARELLA. Il saluto del sindaco Abramo

MATTARELLA. Il saluto del sindaco Abramo

"La solenne inaugurazione nella Citta' Capoluogo della sede del Governo Regionale della Calabria, alla presenza del Capo dello Stato, avviene in coincidenza con il Settantesimo anniversario della Repubblica Italiana.

E' una circostanza allo stesso tempo suggestiva e significativa". Lo ha detto il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, nel corso della manifestazione per l'inaugurazione della Cittadella regionale.

   "Si compie definitivamente in Calabria, sia pure a distanza di 45 anni - ha aggiunto - il sogno del regionalismo, un sogno che appariva monco proprio per la mancanza di un luogo-simbolo,

in cui tutti i calabresi potessero riconoscersi.

Il cammino del regionalismo nella nostra Regione, come tutti sappiamo, e' stato tormentato e segnato da profonde divisioni che hanno minato seriamente la vita democratica della nostra terra. A me piace immaginare che questa maestosa opera possa essere percepita da tutti i calabresi, dal Pollino alle marine dello Stretto, come simbolo dell'unita' regionale e della fine di tutti i campanilismi. Nell'esprimerle la mia gratitudine per avere accettato l'invito rivoltole dal Presidente della Giunta regionale, mi piace ricordare che le radici del nome Italia sono qui, in questo lembo di terra che divide i Golfi di Sant'Eufemia e Squillace, come riportano molte fonti dell'antichita' (…)

"E' per tali motivi, cosi' carichi di suggestioni e alti

significati - ha proseguito Abramo - che rinnovo anche in questa

sede la mia richiesta al presidente Oliverio perché' intitoli

questa splendida opera agli Itali. 'Palazzo degli Itali'

diventerà così non solo simbolo dell’unità tra tutti i

calabresi, ma soprattutto simbolo dell’unità nazionale di cui

Lei, Signor Presidente, e' il massimo custode e garante.