Direttore: Aldo Varano    

ENNIO MORRONE lascia FI: E’ in profonda crisi esistenziale

ENNIO MORRONE lascia FI: E’ in profonda crisi esistenziale

"Alla luce degli ultimi, gravi e inopinati accadimenti interni alla vita politica e democratica del partito, ho deciso di abbandonare formalmente Forza Italia". Lo afferma in una nota il consigliere regionale Ennio Morrone.

"De facto -dice Morrone- la configurazione del movimento in Calabria e' verticistica, priva di qualsivoglia parvenza democratica e addirittura allergica alla dialettica fra le anime e le intelligenze del partito, la cui più immediata conseguenza e' stata il perdurare di un clima assolutamente invivibile. Chiunque, infatti, abbia ardito dissentire dalla linea imposta da Jole Santelli e Mario Occhiuto e' stato condannato all'oblio e all'emarginazione. La pessima gestione di Forza Italia -spiega Morrone- che, tragica nemesi storica, oserei definire 'stalinista', ha portato la formazione politica azzurra ad andare incontro a sonanti sconfitte elettorali senza mai analizzare debitamente le reali ragioni delle diverse débâcle maturate.

Senza neanche voler riportare troppo indietro la memoria, a quando cioe' il mio gruppo politico e' stato il primo in Calabria ad aderire alla ricostituzione del partito facendolo entrare nelle principali istituzioni e forse per questo ripagato a colpi di censura, ritengo che l'ultima, incomprensibile, scelta di azzerare i vertici giovanili provinciali di Forza Italia, abbia determinato il superamento di ogni soglia di sopportazione. Restituendo -conclude Ennio Morrone- l'immagine di un movimento in profonda crisi esistenziale dove, al comando, sono rimasti pochi, isolati, proconsoli privi di contatti con la base e senza alcuna idea di futuro. Ne' collettivo, ne' del partito stesso".