Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Riprestinato per tutta la Calabria il servizio videoconferenze del Corecom

REGGIO. Riprestinato per tutta la Calabria il servizio videoconferenze del Corecom

A decorrere da lunedì 7 marzo 2016 è stato completamente ripristinato il servizio di videoconferenza per l’esperimento del tentativo obbligatorio di conciliazione presso il Co.re.com. Calabria.

E’ quanto rende noto il Corecom Calabria (Comitato Regionale per le Comunicazioni).

Da ieri, in sostanza, dopo la ricezione dell’avviso di convocazione, l’utente o il suo rappresentante, inviando la richiesta al responsabile del procedimento nella quale dichiara il possesso della firma digitale e comunica il nome skype, può evitare di raggiungere la sede del Co.re.com. di Reggio Calabria.

Per gli utenti e/o i loro rappresentanti, privi degli strumenti necessari, sono anche in funzione le postazioni di Crotone e Vibo Valentia, nelle quali un funzionario dell’ente territoriale ha il compito diattestare l’identità e la veridicità della firma apposta dall’utente o dal suo rappresentante. Prossimamente, nuove postazioni verranno attivate presso altri Enti che hanno manifestato la loro disponibilità.

Il servizio, attivato dall’Ufficio conciliazioni del Co.re.com. (coordinato dall’avv. Antonino Mallamaci e dalla dott.ssa Caterina Romeo con la supervisione del Direttore avv. Rosario Carnevale) quattro anni addietro, in anticipo su tutti gli altri Co.re.com d’Italia, aveva subito un rallentamento per ragioni logistico-organizzative ora venute meno.

“Con grande soddisfazione per i cittadini calabresi, quindi, dal 7 marzo si è tornati ad una situazione ottimale”; non bisogna sottovalutare, infatti, che la particolare conformazione geomorfologica della Calabria, insieme allo stato della viabilità e dei trasporti, rende oltremodo disagevole il raggiungimento della sede dell’Ufficio da molte zone della regione, e che il tentativo di conciliazione nel settore delle telecomunicazioni, essendo obbligatorio, serve a rimuovere la improcedibilità davanti al Giudice delle istanze. A questo proposito, è bene rilevare che migliaia di cause civili vengono ogni anno evitate grazie alla conciliazione davanti al Co.re.com., per cui ogni misura va adottata affinché questo strumento, rapido e senza costi, sia incentivato.