Direttore: Aldo Varano    

AEROPORTO RC. Speranza da Germaneto: l'impegno di Oliverio e Raffa

AEROPORTO RC. Speranza da Germaneto: l'impegno di Oliverio e Raffa

Torna a soffiare la speranza sulla pista dell’aeroporto Tito Minniti di Reggio Calabria. Il vertice di Germaneto, al quale hanno preso parte i rappresentanti istituzionali e i vertici di Sogas, per discutere del futuro dello scalo ha avuto esito positivo. La Regione, tramite Mario Oliverio, ha annunciato un impegno immediato per far ripartire la nevralgica infrastruttura. Alla riunione di Catanzaro hanno partecipato anche il sindaco di Reggio Giuseppe Falcomatà e il consigliere comunale Francesco Gangemi; il presidente della Provincia Giuseppe Raffa e i dirigenti dell'amministrazione provinciale; il presidente della Sogas Domenico Bagnato e i componenti il consiglio d'amministrazione. In rappresentanza della Regione il vicepresidente del consiglio regionale Francesco D'Agostino, il capogruppo del Pd Sebi Romeo e il consigliere regionale de La Sinistra Giovanni Nucera. 
Oliverio, in apertura dei lavori, ha ribadito il valore strategico di tutte e tre gli aeroporti calabresi, indispensabili per fare uscire la Calabria dall'isolamento e per le necessarie ricadute sullo sviluppo economico e sociale della Regione. «È partendo da questo assunto – ha detto Oliverio - che occorre affrontare tutte le problematiche relative sia all'assetto infrastrutturale che al potenziamento dei passeggeri». 

Molto soddisfatto al termine dell’incontro il presidente Raffa. "​Per la salvezza dell’aeroporto dello Stretto siamo sulla buona strada. La proficua riunione di oggi alla Cittadella regionale ci fa ben sperare sulla conclusione positiva del duro lavoro che da tempo stiamo portando avanti per mettere in sicurezza il ‘Tito Minniti’". Ha detto il presidente della Provincia. "Abbiamo registrato la disponibilità istituzionale del presidente Oliverio – ha aggiunto - che ha confermato di voler superare, mediante un piano di rientro, le problematiche relative al finanziamento della nuova aerostazione. Al tempo stesso, sarà importante il 'tesoretto' dei 4 milioni e mezzo già previsti dal Pac per la sicurezza dello scalo. Da parte nostra, ci siamo impegnati a versare parte delle quote della Provincia di Messina. Si avvia dunque una fase di rinnovata concordia istituzionale, e crediamo che questo sia il percorso indispensabile per garantire un futuro sereno alla più importante infrastruttura di trasporto della Provincia".