Direttore: Aldo Varano    

Aeroporto. L'Ugl chiama Oliverio e Raffa: "Tavolo al Ministero delle Infrastrutture. Salviamo il Tito Minniti"

Aeroporto. L'Ugl chiama Oliverio e Raffa: "Tavolo al Ministero delle Infrastrutture. Salviamo il Tito Minniti"

Il segretario regionale dell’Ugl Ornella Cuzzupi chiama a raccolta le Istituzioni, le sigle sindacali, le associazioni e i cittadini per dare il via ad un’azione coordinata che possa salvare l’aeroporto Tito Minniti e garantirne il futuro. Un vero e proprio appello per fare rete e per tutelare, per una volta senza strumentali divisioni, un’infrastruttura che rappresenta uno degli ultimi baluardi di resistenza per una città messa in ginocchio dalla crisi degli ultimi anni.

Ornella Cuzzupi, che sul tema ha già avuto un primo e positivo confronto con il presidente della Provincia Giuseppe Raffa, non ha alcun dubbio: “Politica, sindacati e cittadinanza devono agire come un solo uomo. La costituenda città metropolitana non può vedersi scippare lo scalo aeroportuale. Chiediamo che ad horas – dice la Cuzzupi – si convochi un tavolo tecnico al quale dovrà prendere parte anche la Regione con il presidente Mario Oliverio, oltre ai rappresentanti delle Istituzioni reggine (primi fra tutti il presidente della Provincia Giuseppe Raffa e il sindaco Giuseppe Falcomatà), alle sigle sindacali e alle associazioni che sentono di doversi impegnare in questa battaglia. E’ necessario che tutti insieme si ottenga un’interlocuzione con  il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per trovare una soluzione. A prescindere dal futuro di Sogas, la società che gestisce lo scalo portuale e di cui è stato chiesto recentemente il commissariamento, occorre studiare una strategia che faccia del “Tito Minniti” un fiore all’occhiello della futura città metropolitana. Lo scalo deve essere valorizzato e diventare centrale per l’intera area integrata dello Stretto servendo il bacino di utenza di Reggio e Messina e arricchendo, con politiche di sinergia che vanno guidate dalla politica, le offerte di volo già esistenti su Lamezia e Catania. Senza il “Tito Minniti” la stessa idea di Città Metropolitana rischia di perdere senso e di trasformarsi in una chimera”.

Secondo il segretario regionale della Ugl, insomma, va immediatamente fermata la caccia ai responsabili dell’attuale situazione in cui versa lo scalo che ha innescato una lotta strumentale fra le parti per compiere tutti i passaggi necessari a garantire la sopravvivenza dell’aeroporto.

“Il premier Matteo Renzi che appena qualche giorno fa è stato nella nostra Regione per inaugurare una galleria dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria a Mormanno, deve dimostrare coerenza e, come ha detto lui, “passare dalle parole ai fatti”. Servono scelte politiche precise per dare un segnale alla provata cittadinanza di Reggio Calabria che non ne può più di vedere depauperata ogni giorno di più la propria terra. L’aeroporto Tito Minniti va salvato – conclude Ornella Cuzzupi – e l’Ugl, per la sua parte di competenza, non smetterà un solo istante di lottar per il futuro dello scalo e per quello della maestranze sempre più preoccupate per il proprio destino e per quello delle proprie famiglie”.