Direttore: Aldo Varano    

NDR. CREAZZO: In Toscana non ci sono Locali di 'drangheta; ma investimenti sì

NDR. CREAZZO: In Toscana non ci sono Locali di 'drangheta; ma investimenti sì
"La Toscana e' un territorio dove ancora non e' stata provata la presenza di locali di 'ndrangheta o della mafia siciliana. Mi sento di escludere che ci possano essere, ma gli investimenti ci sono". A dirlo e' il procuratore capo di Firenze, Giuseppe Creazzo, che per anni si e' occupato di inchieste di 'ndrangheta alla procura di Palmi.   
 
Nel corso dell'incontro a Roma 'Cosa non sappiamo della 'ndrangheta', parte di un ciclo di convegni e proiezioni della Regione Lazio, ha sottolineato come la mala calabrese sia stata "per molto tempo ignorata e questo si deve alla scelta dei capi cosca, che hanno avuto l'abilita' di evitare la visibilita' e di ricorrere a fatti eclatanti. Non a caso gli esperti ritengono che l'omicidio Fortugno (il vicepresidente del Consiglio Regionale della Calabria ucciso nel 2005) e la strage di Duisburg siano stati due errori strategici che hanno portato a galla un fenomeno che si era gia' radicato su tutto il territorio nazionale e all'estero. Tanto e' vero che nella legislazione italiana - ha osservato il magistrato - la parola 'ndrangheta e' entrata solo nel 2010. Il 416 bis menzionava esplicitamente solo mafia e camorra e ricorreva all'espressione 'altre associazioni localmente denominate'. Questo e' il massimo esempio di sottovalutazione". "Adesso - ha aggiunto Creazzo - qualcosa e' cambiato. Finalmente anche al Nord hanno preso coscienza di un fenomeno pervasivo e dirompente da combattere senza negarne l'esistenza. Se ne sono accorti finalmente anche in Emilia-Romagna, dove con l'operazione Aemilia sono stati arrestati 200 'ndranghetisti che vivevano li' da decenni".   
 
Della 'ndrangheta, ha spiegato Creazzo, oggi sappiamo che "e' unitaria e il cervello e' ancora in Calabria. Della sua struttura si sa molto, il fenomeno dei collaboratori e' in aumento, come quello delle donne che si ribellano al proprio destino".