Direttore: Aldo Varano    

MATACENA da Dubai: io vittima come B e non posso vedere neanche mio figlio 16enne

MATACENA da Dubai: io vittima come B e non posso vedere neanche mio figlio 16enne

Si sfoga da Dubai con l’Ansa per telefono Amedeo Matacena, latitante in quel paese dal 2013. A Valentina Roncati, giornalista della maggiore agenzia nazionale, dice: "La mia condizione è simile a quella di Berlusconi: a lui a livello nazionale, a me a livello locale, ovvero calabrese, ci hanno voluto fare fuori, siamo finiti nel tritacarne, vittime della giustizia italiana".

Matacena ricostruisce la sua condizione come frutto di un complotto: “Davo fastidio – sostiene - dal punto di vista economico e politico. Economico perché' non doveva esserci concorrenza nello Stretto di Messina per il passaggio delle imbarcazioni; politico perché nel 1996 avevo sconfitto Marco Minniti nel collegio reggino. Il vero problema in Italia è la giustizia: i giudici possono farti di tutto, tanto poi non pagano".

"Non ci sono novità – ha aggiunto Matacena - l'unica è che doveva venirmi a trovare mio figlio, che ha 16 anni e vive e studia a Montecarlo, ma gli avvocati ci hanno sconsigliato di farlo: potrebbe aggravare la posizione di mia moglie e di mia madre, la Procura potrebbe pensare che viene a portarmi dei soldi e potrebbe indagarlo. E quindi abbiamo evitato".

Matacena ha poi detto di non aver preoccupazioni per il suo futuro. Intanto ripone molte speranze nella sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo che già per Contrada trovò “non sufficientemente chiaro” il reato di concorso esterno in associazione mafiosa. Neanche il trattato di e quello di mutua assistenza giudiziaria in materia penale firmato recentemente tra Italia ed Emirati arabi lo preoccupa perché, spiega, “non è retroattivo” e perché “l’autorità giudiziaria locale nel 2014 rigettò la richiesta di estradizione avanzata dall'Italia".

Di parere contrario, spiega Valentina Roncati, è il capogruppo dei 5s in Senato, Mario Michele Giarrusso. "Appena diventerà operativo il Trattato, l'Italia avanzerà una nuova richiesta di estradizione e Matacena ci verrà consegnato".