Direttore: Aldo Varano    

Cosa contiene il Patto per la Calabria firmato da Renzi e Oliverio?

Cosa contiene il Patto per la Calabria firmato da Renzi e Oliverio?
Il patto stipulato dal premier Matteo Renzi con la Regione Calabria e il governatore Mario Oliverio sarà verificato almeno ogni sei mesi e per la sua realizzazione, governo e Regione, delegano Invitalia quale soggetto responsabile per l'attuazione degli interventi. Le operazioni saranno finanziate con risorse nazionali, dell'Unione Europea e attraverso il Fondo per lo Sviluppo e la Coesione. La cifra complessiva dovrebbe ammontare intorno ai 7 miliardi e mezzo.

INFRASTRUTTURE. Gli interventi che rientrano in questo settore sono quelli relativi allo studio di fattibilità per la velocizzazione della Linea ferroviaria Salerno-Reggio Calabria, il potenziamento del porto internazionale di Gioia Tauro, il piano per il sistema portuale nazionale e regionale e la promozione del sistema aeroportuale. Non si trovano ancora nel Patto, ma potrebbero esservi presto inserite le azioni relative alle infrastrutture lineari e alla logistica, comprese nei contratti di programma nazionali, a partire da quelli della rete europea (A3, E90 e grandi trasversali) e quelle su linee ferrate con un ruolo importante per l'area jonica, al momento oggetto di un confronto, ormai in fase avanzata, con le Amministrazioni nazionali competenti. PORTI. Governo e Regione Calabria concordano sulla necessità di avviare, sulla base di quanto proposto con provvedimento del Consiglio Regionale della Calabria del 25 settembre 2015, un percorso finalizzato a sottoporre alla Commissione Europea la proposta di realizzazione di Zone Economiche Speciali, comprendenti anche l'area portuale e retroportuale di Gioia Tauro, al fine di favorire la crescita economica di un'area identificata come tra le più idonee al rilancio degli investimenti esteri nel Paese.
AMBIENTE E SICUREZZA TERRITORIO. Il programma Calabria Sicura investe tutte le problematiche relative al rischio idrogeologico, la protezione costiera, la bonifica e messa a norma delle discariche e dei siti inquinati, il potenziamento degli impianti di depurazione a partire da quelli oggetto di procedura d'infrazione, il completamento del piano regionale dei rifiuti, la ridefinizione del programma per completare gli schemi idrici regionali, il potenziamento e monitoraggio delle reti idriche, il miglioramento antisismico degli edifici strategici e scolatici.
SVILUPPO ECONOMICO E PRODUTTIVO. Gli interventi in questo settore vanno collocati nell'ambito di una strategia complessiva definita con altri strumenti di programmazione, a partire dal POR e dal PSR 2014-2020, che affronta i temi dell'innovazione, delle politiche di sostegno alle imprese e della creazione di nuovi posti di lavoro in particolare per le nuove generazioni. Tra gli interventi evidenziati e rafforzati sono compresi: la realizzazione della banda ultra larga e dell'agenda digitale; il sostegno al settore agroalimentare e agroindustriale, il credito d'imposta e l'imprenditoria giovanile e femminile.
TURISMO E CULTURA. Le azioni previste dal Patto integrano il Programma Operativo Regionale (Por) e dal Pon Cultura e mirano ad attrarre turisti valorizzando i beni culturali.
SCUOLA UNIVERSITA' LAVORO. Interventi di miglioramento sismico degli edifici scolastici; interventi per l'università finalizzati a elevare i processi di alta formazione e di nuova occupazione.
EDILIZIA E SANITA'. Gli interventi, in coerenza con la riorganizzazione della rete ospedaliera della Calabria, sono finalizzati, a partire dagli Ospedali Hub, all'ammodernamento delle strutture e all'innovazione delle tecnologie sanitarie.
SICUREZZA E LEGALITA'. Le azioni previste sono finalizzate a rafforzare i 'contratti locali di legalità e sicurezza' con lo scopo di aumentare il livello di sicurezza per i cittadini e le imprese e di sostenere politiche di inclusione sociale per gli immigrati (fonte Lapresse)