L’ANALISI. Il cVIRUS accende luci nel buio e ci sta già modificando

L’ANALISI. Il cVIRUS accende luci nel buio e ci sta già modificando

lucciole

Accadono cose inaspettate in questo tempo sospeso e impenetrabile. Come se, in mezzo al buio, piccole lucciole ci svegliassero da un torpore antico, attivando una parte sconosciuta e persa, amplificassero una sensibilità sconosciuta, trasformandoci in moltiplicatori di doni.
   La videochiamata di chi non ci aveva mai contattato, spinge ad uscire dalla solitudine ansiogena. La frase di un poeta si condivide nelle chat. Tanti riscoprono il calore di amicizie lontane, di rapporti smarriti e ci chiedono di assaporarne il gusto dimenticato.
   Gesti lasciati nei corridoi dell'infanzia, si intrecciano ad altri che scandiscono il presente e salvano vite.
   Mio padre, medico di famiglia, quando ero piccola, a volte, rientrava a casa, senza salutare. Sapevamo che andava direttamente in veranda per lasciare fuori il soprabito, prima di lavarsi e a cambiarsi, perché aveva visitato un ammalato "contagioso".  A questi gesti di attenzione mi ha riportato la raccomandazione su WhatsApp :"Resta a casa, la situazione è seria", inviata da mio cugino, da anni, e mai come adesso, in trincea nel reparto di malattie infettive.

   Stiamo vivendo un'occasione unica, la  cui pienezza potremo scorgerla solo quando  si compirà quel "tutto  andrà bene", che oggi tante piccole  mani  hanno dipinto e appeso ai balconi.
   Di certo chi ora vive in trincea, non sarà più come prima, lo conserverà nello sguardo, divenuto più profondo, nelle mani che hanno protetto la sacralità della vita. Non lo smarrira' chi cura gli anziani nelle strutture e sente tutta la responsabilità di proteggerli e assisterli.
   Ne avrà traccia quel sindaco che piange sulla sua città deserta.
   Non sarà più lo stesso chi è guarito e chi non ha potuto nemmeno celebrare il funerale di suo padre.
   Ma anche gli altri. Gli altri, quelli restati a casa, quelli scampati, quelli che pensavano che tanto non succede a me, perché sono giovane, sono più furbo. Quelli che hanno avuto paura, che avevano avuto un contatto e contavano uno ad uno quei 14 giorni. Quelli che non capivano il senso e vedevano la pagliuzza, ma non la propria trave. Ne verremo fuori diversi o tutto sarà schifosamente come prima. É possibile uscire dalla quarantena e di nuovo vivere nell'urlo e nella rabbia, nella chiusura e nell'ostilità, nella volgarità e nell' indifferenza?
   Non ce n'è uno che non sia stato toccato nella carne e trasformato nel profondo. Forse è sperare troppo, credere che siano tornate le lucciole?
   Ogni qualvolta la storia spariglia le umane certezze, gettandoci nella fragile precarietà delle cose, é proprio allora che possiamo rialzarci diversi.
   É allora che si ricomincia, quando abbiamo ricordato come si accarezzano le ferite.

  • L'INTERVENTO La lezione di Canfora su fascismo e democrazia

    FIIPPO VELTRI
    Non si sono ancora spenti gli echi delle manifestazioni del 25 aprile, e prima ancora quelli del caso Scurati, che sul problema fascismo-antifascismo sempre a lui bisogna tornare per cercare di capirne di più, cioè al professorone barese che sul tema si è…
  • GIOIA TAURO. Il libro di Soriero sul porto e l’intervento di Prodi

    ZOOMSUD
    Il libro di Giuseppe Soriero, “Andata in porto”, presentato durante il Festival Euromediterraneo dell’Economia a Napoli, assume una rilevanza particolare, perché coincide con un momento storico caratterizzato da molte tensioni e una forte instabilità…
  • ANALISI. Il Sud, le sue montagne, e la Restanza

    PIERGIORGIO IANNACCARO
    “Un Mondo a parte” è un film che, con i gradevoli toni della commedia, racconta la storia di un maestro che insegna nella periferia romana. La frustrazione professionale lo induce a chiedere e a ottenere l’assegnazione provvisoria nella scuola elementare di…
  • ANALISI. Il trasformismo salviniano che dal Sud ha affondato la Lega Nord in Italia

    ISAIA SALES
    Il più originale esempio di trasformismo della storia italiana recente l’ha indubbiamente prodotto la Lega di Matteo Salvini: la conquista elettorale del Sud da parte di un partito visceralmente nordista, provando a far credere ai meridionali che la Lega di…
  • Appunti per una storia di fruscio e primiera

    GIUSEPPE TRIPODI
    FRUSCIO E PRIMIERA DA CARDANO A «OGA E MAGOGA», DI GIUSEPPE OCCHIATO Tutta l’età di un uomo intera interaSe la fusse ben quella di TitoneNon bastarebbe a dir della primiera(F. Berni)In Primaria pacta quaedam habentur communia:… Non licet quicquam e ludo…
  • L'INTERVENTO. Il Pd e i Cacicchi, metafora di un partito irrisolto

    FILIPPO VELTRI
    ..Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che rassomigliate a sepolcri imbiancati: essi all'esterno sono belli a vedersi, ma dentro sono pieni di ossa di morti ….(Vangelo di Matteo 23, 13-23)Sono passati quasi 20 anni, 19 per l’esattezza. Il PD non c’era…
  • ARCHIVIO. Un matrimonio in Calabria

    ADELE CAMBRIA
    (Dal nostro inviato speciale), CATANZARO, agosto. Ho visto il matrimonio di Leotta Salvatore di anni ventotto, pescatore, e di Spadeo Assunta, di anni diciotto, casalinga, nella chiesa non finita di Soverato sullo Jonio. Ma quando mai una costruzione in…
  • L'INTERVENTO. Le Regioni? Un acceleratore di disunità e di crisi

    ISAIA SALES
    Nelle ultime elezioni regionali in Basilicata ha votato meno del 50% degli aventi diritto. In Abruzzo il 52,2% e in Sardegna il 52,4%. Partecipazione ancora più bassa si è registrata nel 2023 nelle regionali del Lazio (il 37,20%) mentre nello stesso anno si…
  • IL MONOLOGO. La statura delle donne

    IDA NUCERA
    Si dice che l' apparenza inganni sulla reale essenza delle cose. Una di esse è la statura delle persone, spesso svalutata. Per ragioni molto diverse, il teatro è uno di quei luoghi dell'anima in cui può ancor di più crearsi questo fraintendimento. Quando le…
  • VILLA SG. Sul Ponte di Salvini la maggioranza di Villa si spacca

    ENZO MUSOLINO
    Tre Consiglieri (Ada Pavone, Maria Grazia Melito, Pietro Idone) della maggioranza consiliare villese che sostiene la Sindaca Caminiti, si sono esposti contro il Ponte superando la posizione "istituzionale" fin qui tenuta. E' una notizia importante, una presa…
  • Il fascino dell'antica gita scolastica tra crisi e rinnovamento

    GUIDO LEONE*
    Con l’arrivo della primavera per molte classi delle scuole, in particolare medie e superiori, sono iniziate le partenze per il classico viaggio d’istruzione. Ci riferiamo alle gite scolastiche di più giorni, il viaggio d’istruzione per eccellenza che gli…
  • INTERVENTI. Il segno della crisi della cultura accademica italiana

    ENZO MUSOLINO
    Quelle Università che - disconoscendo distinzioni essenziali - se la prendono con le Università e gli Enti di ricerca di Israele, intruppandole tutte sotto l'egida del Governo Netanyahu, riuscendo così a colpire solo la società civile viva, l'opinione…
  • Genitori di Bambini e Adulti disabili: positivo il nostro bilancio

    Genitori Bambini e Adulti Disabili
    (Riceviamo e pubblichiamo)Siamo ormai alle battute finali del Progetto “AGEDILAB, Laboratori di Autonomie”. L’A.GE.DI. odv, Associazione Genitori di Bambini e Adulti Disabili, avvalendosi delle risorse stanziate ai sensi degli articoli 72 e 73 del D.lgs. n.…
  • L'INTERVENTO. La strada stretta del Pd

    FIIPPO VELTRI
    Le ultime vicende lucane e piemontesi rimandano anche alla Calabria per quanto riguarda la sinistra, o il centrosinistra tutto se volete. Dalle nostre parti si dovrebbe votare per le regionali non presto, a meno di un improvviso quanto non atteso mutamento di…
  • L'INTERVENTO. La Locride come metafora di un Sud che muore

    ILARIO AMMENDOLIA
    La Locride è la metafora di un Sud che muore, ma a chi vanno attribuiti i “meriti” di questa abile strategia?Nei giorni scorsi la trasmissione ' Presa Diretta' si è occupata della Calabria puntando i riflettori sulla disastrata sanità calabrese. La parte…