Direttore: Aldo Varano    

SIDERNO (RC). Anna Luana Tallarita alla libreria Calliope Mondadori con il suo saggio "Il potere del potere"

SIDERNO (RC). Anna Luana Tallarita alla libreria Calliope Mondadori con il suo saggio "Il potere del potere"
La parola quale luogo di potere apre lo scenario a tutta una serie di conseguenze sulla volontà di questo e sulle sue successive manifestazioni materiali, che esplicano chiaramente come la percezione dello stesso dipenda tanto dallo spazio quanto degli elementi che in esso sono assenti o presenti. Si perché il dominio, come volontà di potere manifesto, necessita di confini spaziali. Che si spostano in questo o altro ambito, passando dalla geografia, alla narrativa e alla filmografia. Fino al corpo, primo luogo in cui la volontà di potere si manifesta attraverso l'azione. I suoi strumenti diventano oggetti. Alimentano nevrosi e alienazioni, soggiogano popoli e manifestano superiorità diretta o subliminale. Il potere incontra la storia e si incontra in essa attraverso archetipi e artefatti. Dove la funzione simbolica dell'oggetto rappresenta, il potere in sé. Confermato nei segni, nei gesti, dal sacro al profano, dall'arte al design, dall'architettura al colore. Storia del potere: il testo segna alcune tappe, alcuni momenti, della sua volontà e delle sue manifestazioni.
Venerdì 25 maggio, alle 18.00, la libreria Calliope Mondadori (Centro commerciale La Gru) e il Caffè letterario "Mario La Cava" presentano Anna Luana Tallarita con il suo saggio "Il potere del potere. Quando e come il potere manifesta se stesso" (Calabria letteraria). Interviene Domenico Calabria, presidente Caffè letterario "La Cava", dialoga con l'autrice Maria Teresa D'Agostino.