Direttore: Aldo Varano    

GIOIOSA JONICA (RC). Il Club per l'Unesco premia Mario Occhiuto sindaco di Cosenza

GIOIOSA JONICA (RC). Il Club per l'Unesco premia Mario Occhiuto sindaco di Cosenza

L’evento stabilito in data sabato 16 giugno 2018 ore 18,30 sala delle cerimonie a Palazzo Amaduri Centro Storico di Gioiosa Jonica con un’iniziativa del Club per l’UNESCO, in collaborazione con la Pro Loco nel progetto di premiare le eccellenze calabresi che si distinguono per impegno e lungimiranza. All’evento parteciperanno molte Autorità del mondo della Cultura, dell’Arte e della Politica che insieme all’On. Wanda FERRO onoreranno al meglio la figura del Sindaco OCCHIUTO che attraverso il dialogo con la Prof.ssa Palma COMANDE’ parlerà di questa Sua brillante e invidiabile attività amministrativa nella quale è riuscito a elevare il benessere socio – economico e culturale della Città di Cosenza. Architetto urbanista di fama internazionale, Mario OCCHIUTO rappresenta il classico interprete di una politica del fare che riesce, con una visione strategica, ad avvicinare le istituzioni ai cittadini. Identità, innovazione sociale, bellezza, sostenibilità sono le variabili di un preciso disegno amministrativo che hanno restituito a Cosenza prestigio e centralità nazionale. Progetti coraggiosi e visionari uniti a una vasta gamma di buone pratiche urbane hanno consentito alla città calabrese di raggiungere obiettivi davvero straordinari. A partire da Piazza “Bilotti”, che da area-parcheggio è diventata piazza d’arte per le sue forme avveniristiche e per le opere d’arte moderna che ospita.  Recentissima l’inaugurazione sulla stessa Piazza “Bilotti” di un museo multimediale di oltre mille metri quadri con allestimenti virtuali, e collezioni permanenti e itineranti. Attraverso una rifunzionalizzazione urbanistica davvero coraggiosa è stato creato un asse pedonale che, partendo da Piazza “Bilotti”, integra il Museo all’aperto, il celebrato MAB, frutto del mecenatismo e dall’amore per Cosenza della famiglia BILOTTI che ha donato alla città sculture di Manzù  Dalì, De Chirico, Rotella. Museo all’aperto nel cuore della città.  Un vero e proprio tour artistico all’aperto con percorsi tattili e sonori per non vedenti che fanno di Cosenza la città più sostenibile d’Italia per ciechi e ipovedenti: ben 5 km di percorsi loro dedicati. Le sculture sono splendidamente illuminate e nel tragitto s’incontrano le suggestive fontane musicali di Via Arabia. Il percorso continua attraversando Corso Mazzini e arriva al Palazzo di Città fino al complesso monumentale di San Domenico, recentemente restaurato, che ci avvicina al neonato Museo di Arte Contemporanea che accompagna il visitatore verso l’ingresso della città Antica oggetto d’importanti opere di recupero e restauro dei palazzi storici pubblici.   Fra questi il completamento del Castello Svevo, vero fiore occhiello della città, che con una coraggiosa partnership pubblico privato consente ora di ospitare prestigiosi eventi culturali e soprattutto ai turisti e ai cittadini di fruire delle bellezze del Castello.  Il capolavoro dei capolavori avveniristici resta comunque il Ponte di Calatrava, opera maestosa frutto di una “sfida” complessa accettata e vinta da OCCHIUTO e che è consistita per portare a termine un’opera programmata dalle precedenti Amministrazioni ma mai concretamente avviata. Il ponte di Calatrava è oggi una realtà maestosa che attrae visitatori e da ogni dove. Il Parco Fluviale e l’intuizione vincente di uno spazio residenziale ed espositivo dedicato agli artisti contemporanei noto come Bocs Arte è valso alla città di Cosenza il Premio Smau 2015 per la città più innovativa nel campo della produzione culturale. Si tratta di vere e proprie residenze, dove artisti provenienti da diversi paesi del Mondo soggiornano per periodi definiti producendo opere su specifiche tematiche artistiche che donano poi alla città. Ambienti di contaminazione culturale e sociale che valgono alla città presenze e attenzione sulla stampa  internazionale. Nel cuore della città antica sarà a breve attivato un impianto d’illuminazione artistica e riattivate le botteghe storiche mentre il Centro Studi Telesiani, ospitato nello storico palazzo Caselli Vaccaro, sede della nuova Biblioteca Telesiana, Bruniana e Campanelliana, si pone già come polo culturale di carattere internazionale per la diffusione della cultura del sapere. Ma è sull’ambiente e sulla sostenibilità che il Sindaco OCCHIUTO ha profuso, forse, il maggiore impegno sociale. Cosenza è ormai all’avanguardia nel sistema di raccolta differenziata porta a porta con un percentuale che, in soli sei anni, viaggia spedita verso il traguardo del 65%.  Risultato davvero eccezionale che è valso alla città di Cosenza il premio e il titolo di Comune Riciclone assegnatole da Legaambiente.  Un Sindaco Architetto, un Sindaco Urbanista amato dai suoi cittadini proprio per la sua atipicità e per la passione che dedica alle sue attività. “La politica della bellezza è un diritto e un dovere” ama spesso ripetere proprio per sottolineare l’importanza che le città, i luoghi e le opere hanno nella costruzione del sociale e della felicità.  Il fenomeno OCCHIUTO come Sindaco, intendiamoci, non nasce però per caso. Si tratta di un urbanista con una lunga e straordinaria storia di successi. Nel 2008 OCCHIUTO ha vinto il China Trader Award, istituito da Cathay Pacific Airways, riconoscimento per i professionisti e le aziende italiane che sviluppano relazioni con la Cina e Hong Kong, come italiano che si è distinto per la "sensibilità progettuale ed estetica nell'ambito dell'architettura e della pianificazione urbana". Nel 2010 OCCHIUTO, ha ricevuto il Premio Nazionale Laurentius, prestigioso riconoscimento per gli uomini e le donne di origini calabresi che con la loro attività e il loro impegno hanno recato prestigio alla Calabria e alla sua immagine. Alcuni dei suoi progetti sono stati esposti presso la Biennale di Venezia (Un giardino italiano a Tianjin e Pechino – Expo 2010 di Shanghai). Il progetto dei Padiglioni espositivi presso le U.B.P.A. all'interno dell'Expo 2010 di Shanghai è stato selezionato ed esposto presso il Sustainab.Italy, padiglione italiano del London Festival of Architecture 2008. Ha curato la mostra Visioni Italiane, allestita nel Museo nazionale della Cina nell'ambito del Programma di Cooperazione Ambientale italo-cinese sotto il patrocinio del Ministero Italiano dell'Ambiente e del Ministero dei Beni Culturali, con il contributo della rivista Domus, della Fondazione Triennale di Milano e dell'Associazione per il Disegno Industriale. È stato curatore, inoltre, delle mostre: La protezione dell'ambiente in Cina, allestita a Roma, nella Sala delle Navi del Complesso monumentale di San Michele a Ripa; Il giardino all'italiana. Architettura di emozioni, allestita nel Padiglione Italiano presso l'Expo Universale di Shanghai; Sustainable Cities in Italian Style, Expo Universale di Shanghai. Per la premiazione è stato realizzato un artistico “bassorilievo” creato dallo Scultore Domenico Carteri che per l’occasione esporrà alcune sue recenti opere bronzee ospitate nei più importanti musei del mondo. Inoltre, la serata sarà deliziata da alcuni interventi musicali del “Baritono” gioiosano Giuseppe DE LUCA accompagnato al pianoforte dal M° Umberto SCALI.

Ai presenti sarà offerto un ricco Buffett di dolci della tradizione per suggellare una giornata ricca di “dolcezza”.

Nicodemo Vitetta