Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. “Lo Stretto sostenibile”, il 24 luglio ad “Ecolandia” la prima del documentario di Andrea Meduri (Assumma)

REGGIO. “Lo Stretto sostenibile”, il 24 luglio ad “Ecolandia” la prima del documentario di Andrea Meduri (Assumma)
Un documentario che, tra passato, presente e futuro, racconta le bellezze e le potenzialità del comprensorio di Catona, Arghillà e della Vallata del Gallico. E’ lo “Stretto sostenibile”, cortometraggio scritto e diretto da Andrea Meduri, la cui prima assoluta sarà proiettata il 24 luglio alle 21:30 all’interno del “Face Festival” ospitato all’interno del Parco Ecolandia. L’opera, nata attraverso uno stage finanziato all’interno del “Piano Locale Lavoro” della Regione dal quale eredita il nome il documentario, è stato realizzato grazie al tutoraggio presso il Polo N.E.T. la cui filiale è presente all’interno di “Ecolandia” e l’agenzia di comunicazione “Living camera” la quale ha ospitato Andrea Meduri per un intenso periodo di stage. Si tratta di uno storytelling che rivela luoghi ed esperienze troppo spesso sconosciute, purtroppo a vantaggio delle pur presenti problematiche. Luoghi ed esperienze che, potrebbero diventare stimolo per lo sviluppo sociale, economico e culturale della Città metropolitana. Tra questi, la Zona a Protezione Speciale di Marinella di Catona, legata a San Francesco e Dante Alighieri, i vigneti del pianoro di Arghillà dal quale nasce l’I.G.T. con una ricca testimonianza di Franco Tramontana delle “Cantine Criserà” , la giovane impresa gallicese “Birrificio reggino”, i frantoi, i mulini e la millenaria storia lungo la vallata del Gallico di Calanna, Laganadi e Sant’Alessio in Aspromonte, l’associazionismo ed il riscatto sociale di Arghillà, infine la storia del forte umbertino Gullì all’interno del parco ludico-tecnologicoambientale “Ecolandia” ed il contributo tecnologico del Polo di Innovazione Regionale NET al suo interno. Il tutto, tra storia, attualità e prospettive, descritto da esponenti istituzionali, stakeholders e cittadinanza. «Grazie al sostegno dei Piani Locale Lavoro della Regione Calabria guidati dall’Arch. Cosimo Cuomo, dal R.U.P. Rosario Bellè del nostro PLL “Lo Stretto Sostenibile”, dalla project management del Dott. Lorenzo Mari, nonché dal supporto tecnico del Patto Territoriale dello Stretto coordinato dal Dott. Enzo Mamone, dal tutoraggio del mio Piano Individuale di Avviamento al Lavoro seguito dall’Ing. Pietro Alessandro Polimeni, Responsabile Ambiente del Polo di Innovazione Regionale Natura Energia Territorio N.E.T., e dall’intero staff di Living Camera al quale concedetemi un ringraziamento particolare a Demetrio Plutino per la grande disponibilità prestata, ho potuto realizzare un prodotto dagli standard elevati per l’area interessata e per tutto il contesto metropolitano. Infatti, grazie ad un attento lavoro di indagine storica del territorio, abbiamo dimostrato quanti tesori ed opportunità si racchiudono in una nicchia di territorio molto ristretta. >>
Questa terra è ricca di talenti, professionisti e giovani pronti a mettersi in gioco per essa. Attraverso queste opportunità dobbiamo stimolare le istituzioni e l’intera comunità a non fare andare via i giovani di oggi. Infine concedetemi un ringraziamento a Paolo Albanese e Paolo Genovese, organizzatori del “Face Festival”, che mi hanno dato questa opportunità all’interno di tale cornice meravigliosa.» afferma Andrea Meduri, vincitore del PLL come esperto di marketing e comunicazione nonché autore del documentario/story-telling in programmazione il 24 Luglio alle ore 21.30 al Face Festival 2018 presso il Parco Ecolandia.