PORTIGLIOLA (RC). Al Teatro greco-romano in scena lo spettacolo "Lei ama me" ispirato all'opera di Stefano Benni

PORTIGLIOLA (RC). Al Teatro greco-romano in scena lo spettacolo "Lei ama me" ispirato all'opera di Stefano Benni

Liberamente ispirata a "La signorina Papillon", esilarante opera teatrale di Stefano Benni, LocriTeatro porta in scena "Lei ama me": un mondo popolato da eccentrici poeti e cortigiane, militari in carriera e massoni, tra verità e menzogna, romanticismo e crudeltà.

Teatro dell'assurdo, raffinato ed elegante, in cui dominano gli eccessi, i giochi verbali, il grottesco e personaggi che sono parodie di sé stessi.

Lo spettacolo, della compagnia LocriTeatro di Bernardo Migliaccio Spina, andrà in scena in prima assoluta stasera venerdì 16 agosto alle 21.30, al Teatro greco-romano di Portigliola. Interpreti Giulia Palmisano, Mariachiara Spatari, Giuseppe Sgambellone e Francesco Origlia, regia di Bernardo Migliaccio Spina.

La rassegna "Tra mito e storia", in corso nel magnifico sito archeologico, ha già visto protagonisti gli attori di LocriTeatro nella prima nazionale del "Doctor Faustus" con Edoardo Siravo, una co-produzione Comune di Portigliola e Teatro Belli di Roma.

Tra gli spettacoli di successo portati in scena dalla compagnia di Locri, ricordiamo "L'avvenire è nelle uova", "Simen è pazzo", "Nozze di Sangue", "K" e "Zitta... cretina!", monologo ispirato all'opera "Adele" di Giuseppina Torregrossa, protagonista Giulia Palmisano con Marco De Leo.