REGGIO. Il cis promuove "Astri e pianeti nelle chiese, nei palazzi e nell’immaginario collettivo del Rinascimento"

REGGIO. Il cis promuove "Astri e pianeti nelle chiese, nei palazzi e nell’immaginario collettivo del Rinascimento"

astri

Giovedì 5 settembre 2019, alle ore 21:00, nella suggestiva Terrazza del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, lo stesso Museo e il Centro Internazionale Scrittori organizzano la conferenza “Astri e pianeti nelle chiese, nei palazzi e nell’immaginario collettivo del Rinascimento”. Intervengono il direttore del Museo, dott. Carmelo Malacrino e Loreley Rosita Borruto, presidente del Cis della Calabria. Con il supporto di video proiezione relaziona Paola Radici Colace, prof. Ordinario di Filologia classica dell’Università di Messina, presidente onorario e direttore scientifico del Cis. Nell’antichità il desiderio dell’uomo di conontrollare il futuro era soddisfato dagli astologi, che a partire dal III sec. a. C. in poi avevano ereditato dai Babilonesi o dai Sacerdoti egiziani la materia della previsione astrologica, trasferendola nel mondo greco prima e nel mondo romano dopo. Agli astrologi praticanti, spesso anche scrittori e manualisti, l’uomo antico affidava la sua fame di conoscere il futuro. Un indicatore per misurare l’influenza dell’astrologia, oltre ai documenti costituiti dalla manualistica specifica, è lo studio di temi, affreschi e decorazioni presenti nelle chiese e nei palazzi italiani.