REGGIO. LIBRI (SUL): "continueremo battaglia per affermare diritto al riconoscimento giuridico e professionale degli ASACOM"

REGGIO. LIBRI (SUL): "continueremo battaglia per affermare diritto al riconoscimento giuridico e professionale degli ASACOM"

      Rep
È stato un anno denso di attività per cogliere l’obiettivo di dotare di diritti gli ASACOM, assistenti all’autonomia e alla comunicazione che svolgono un servizio altamente professionale di fondamentale supporto alla concretizzazione pratica del diritto allo studio ed alla socialità degli alunni disabili fisici o psichici.

     Nel corso del 2019 abbiamo elaborato, con l’aiuto del gruppo storico dell’Associazione nazionale ANACA e di quello del SUL calabrese, una proposta di legge che è stata presentata dal consigliere regionale Gianni Nucera, la cui struttura è stata utilissima nella stesura politico-tecnica della legge, e che speriamo possa vedere la luce entro questa legislatura; altrimenti la riproporremo pari pari alla prossima legislatura regionale.

Ma siamo riusciti a far diventare nazionale ed istituzionale la vertenza degli ASACOM, riuscendo a farci convocare, con l’aiuto della sen. Granato, per l’audizione alla Commissione Istruzione del Senato, nell’ambito della discussione per la revisione del decreto 66 sul diritto allo studio degli studenti disabili.

Contiamo ancora sul fatto che possano verificarsi altre positive novità in sede nazionale della Conferenza Unificata Allargata, cosa che sarà il primo obiettivo di lavoro per il prossimo anno.

Continueremo nella nostra battaglia per affermare intanto il diritto al riconoscimento giuridico e professionale degli ASACOM, perché si abbia un contratto nazionale di riferimento ed una carta di diritti e doveri, perché sia possibile far assumere alle strutture pubbliche la giusta responsabilità della gestione del servizio e perchè gli attuali addetti, e chi entra nella professione, possano essere stabilizzati tramite una struttura pubblica per migliorare ancor di più la qualità del servizio nel rispetto dei diritti degli alunni disabili e delle loro famiglie. Ed anche per garantire trattamenti economici e previdenziali all’altezza di un compito lavorativo così gravoso e delicato.

Affronteremo le future battaglie riconfermando lo spirito unitario del SUL che vuole chiamare a raccolta tutte le forze interessate a dare una definizione ottimale al servizio, altri sindacati, associazioni dei disabili, rappresentanti istituzionali. È ora di un patto unitario largo che consenta di fare del 2020 l’anno di pieno riconoscimento dei diritti degli ASACOM. Inoltre, bisogna definire meglio il trattamento economico e normativo degli ASACOM che stanno prestando servizio. A questo proposito il SUL ha presentato un interpello al MIUR per una deroga che consenta l’uso del CO.CO.CO. e una istanza di accesso agli atti alle cooperative vincitrici dell’appalto di servizio per il Comune di Reggio Calabria per avere la certezza che queste cooperative garantiscano quanto previsto dal capitolato d’appalto, ossia una retribuzione pari a €. 12,50 per ora.

Il SUL Calabria ci sarà e speriamo vivamente che ci siano anche altri perché abbiamo, tutti e nessuno escluso, il dovere di dare il riconoscimento dovuto a chi svolge un servizio essenziale per gli alunni disabili, di grande sollievo per le famiglie e merita di avere un profilo giuridico adeguato all’importanza di un lavoro bello e terribile.

Segretario generale SUL Calabria

                                          Aldo Libri