REGGIO. Castorina (Pd) e Giustra agli arresti con l’accusa di brogli elettorali alle scorse comunali

REGGIO. Castorina (Pd) e Giustra agli arresti con l’accusa di brogli elettorali alle scorse comunali

 Il consigliere comunale Antonino Castorina (Pd) ed il presidente di un  seggio, Carmelo Giustra, sono stati arrestati a Reggio dalla Polizia nell'ambito di un'inchiesta della Digos  su presunte irregolarità nelle operazioni di voto in occasione delle elezioni amministrative dello scorso settembre. I due  indagati sono stati posti agli arresti domiciliari.
 Perquisizioni sono state svolte a carico dei due arrestati e di altri indagati. Le operazioni, a cura della Digos, proseguono con l'esame del materiale elettorale gia' sequestrato e con l'analisi di quanto sequestrato in corso di perquisizione al fine di accertare ulteriori responsabili.
Castorina, di professione avvocato, e' stato eletto nella lista del Partito Democratico. Le ultime elezioni comunali  si erano concluse con la vittoria al ballottaggio di Giuseppe Falcomata', sindaco uscente del centrosinistra, contro Antonino Minicuci, candidato del centrodestra. Secondo gli inquirenti, nel seggio di cui Giustra era presidente "sono state effettuate  operazioni illecite collegate all'espressione del voto".