Direttore: Aldo Varano    

La bambola di Giusy Versace oggi a "Wall of Dolls" di Jo Squillo

La bambola di Giusy Versace oggi a "Wall of Dolls" di Jo Squillo
ReP
 

C’era anche Giusy Versace questo pomeriggio al Centro Culturale di via De Amicis a Milano, per “Wall of Dolls - il muro di bambole contro la violenza sulle donne”, vernissage organizzato e promosso dalla cantante Jo Squillo, in occasione dell’apertura di Milano Moda Uomo.

Centinaia di bambole portate dai cittadini di Milano e appese sul muro esterno al Centro Culturale e bambole create ad hoc da stilisti, attrici, scrittrici e associazioni. Bambole che rappresentano la femminilità violata e lanciano un forte messaggio: basta alla violenza sulle donne, costruiamo un muro contro la violenza e abbattiamo quello del silenzio e dell’omertà.

Tra queste, c’era anche la bambola di Giusy Versace: capelli neri, canotta e fuseaux da gara e protesi da corsa tempestate da cristalli Swarovsky. Realizzata dall'azienda Magia2000, la bambola, che raffigura la Versace in versione atleta paralimpica, è stata esposta all’interno del Centro assieme alle diverse altre bambole realizzate per le varie celebrities presenti.

“Sono felice di essere qui oggi - ha detto la Versace - perché il messaggio è davvero importante. Mi unisco quindi con gioia a questa nobile causa e apprezzo moltissimo l’impegno della mia amica Jo Squillo. Anch’io, nel mio piccolo, ogni giorno cerco di abbattere il muro dell’indifferenza e a maggior ragione sposo appieno questa causa, nella speranza che davvero possa cambiare qualcosa ”.