Direttore: Aldo Varano    

Il presidente Talarico sull'approvazione della manovra di Assestamento del Bilancio

Il presidente Talarico sull'approvazione della manovra di Assestamento del Bilancio
ReP

“Il Consiglio regionale ieri, approvando l’assestamento di Bilancio che mette in campo risorse per 132 milioni di euro, ha testimoniato di avere a cuore solo gli interessi dei calabresi”.
Lo sostiene il presidente Francesco Talarico, che, all’indomani di una seduta di Consiglio lunghissima ed estenuante, afferma: “La giornata sulla manovra economica è stata, come tutti auspicavamo, costruttiva e proficua sotto tutti i punti di vista. Abbiamo conseguito, dopo la riforma dello Statuto in seconda lettura e l’approvazione della legge elettorale delle scorse sedute, l’ultimo degli obiettivi, prima della conclusione della IX Legislatura regionale, rendendo un servizio prezioso alla Calabria in un frangente di grande crisi che preoccupa le imprese, le famiglie e i nostri giovani. Ringrazio tutte le forze politiche, di maggioranza e d’opposizione, che con il loro apporto ed i loro positivi contributi, sebbene nella diversità delle loro posizioni, hanno reso possibile l’approvazione di una manovra economica, che consta di 132milioni di euro e che, come s’intuisce, è assolutamente importante per l’economia calabrese. Così come è stato reso possibile, sempre nella seduta di ieri, il confronto in Conferenza dei Capigruppo con una serie di interlocutori che hanno rappresentato esigenze dal forte impatto sociale di cui ci siamo occupati con grande senso delle istituzioni e di responsabilità. Prima fra tutti la questione dei rifiuti, affrontata con i sindaci giunti a Reggio da ogni parte della Calabria e giustamente preoccupati per la salvaguardia dell’ambiente dei loro territori su cui l’assessore Pugliano ha garantito la massima disponibilità. Aldilà di polemiche spesso artificiose e sterili, circa l’inedita fase istituzione e il modo per affrontarla, l’Assemblea legislativa regionale - sostiene il presidente Talarico - ha dimostrato di avere un solo interesse: i problemi della Calabria, procedendo quindi, per l’intera giornata e fino a notte, nella sua attività istituzionale, sempre nel rispetto della legislazione vigente e con il massimo rispetto per i bisogni della società calabrese. Questo che stiamo attraversando è un momento complesso, sia per la condizione economica del Paese che per come si è giunti alla conclusione anticipata della legislatura calabrese, ma è anche un momento insidioso per i tentativi neocentralisti di indebolimento del ruolo, delle prerogative e delle specificità delle Regioni per come contemplate nel disegno costituzionale e su cui a mio avviso - chiarisce il presidente Talarico - occorrerà aprire un dibattito politico in difesa delle autonomie dei territori, delle loro istituzioni e degli spazi di democrazia che si vorrebbe restringere sempre più. Anche per tali ragioni occorre tenere ferma la barra e non lasciarsi condizionare dalla demagogia che imperversa da un po’ di tempo a questa parte; anzi, il mio auspicio - conclude il Presidente del Consiglio regionale - nell’interesse generale, è che si riesca a respingere in blocco il populismo esasperato che non solo è del tutto privo di progettualità, ma a tratti assume toni e posizioni palesemente irresponsabili”.