Direttore: Aldo Varano    

Calabria, primarie regionali: parlamentari M5S chiedono intervento immediato di Renzi e Alfano

Calabria, primarie regionali: parlamentari M5S chiedono intervento immediato di Renzi e Alfano
ReP
 

Con una lettera istituzionale, a proposito delle primarie per la scelta del candidato governatore in Calabria e della legge elettorale della Regione, i parlamentari M5S Dalila Nesci, Nicola Morra, Paolo Parentela e Federica Dieni hanno chiesto l'immediato intervento del presidente del Consiglio Matteo Renzi e del ministro dell'Interno Angelino Alfano.

Nella missiva, i quattro parlamentari hanno sintetizzato che in Calabria "vi saranno elezioni preliminari a spese dei contribuenti, allo scopo di individuare i candidati delle singole forze politiche alla carica di presidente".

"Non può sfuggire - hanno scritto Nesci, Morra, Parentela e Dieni - che la scelta è arrivata in un momento di palese delegittimazione politica, in cui la Giunta regionale è chiamata solo alla gestione dell’ordinario e il Consiglio regionale, già sciolto, al mero compimento degli atti indifferibili".

Riguardo alle primarie in questione, i parlamentari Cinque Stelle hanno ricordato che, per quanto disposto dalla Regione Calabria, "le liste, con la prescritta documentazione, vanno presentate entro le ore 12 del 4 luglio prossimo".

A Renzi ed Alfano, dunque, la richiesta di richiamare immediatamente "il governo e il parlamento regionale della Calabria a un ravvedimento sulla legge elettorale e sulle citate primarie, accompagnato da un successivo percorso di piena condivisione rispetto alle modalità per il rinnovo degli organi elettivi".

Nesci, Morra, Parentiela e Dieni hanno concluso: "Se ciò non avvenisse, magari per vincoli nella lettera del titolo V della Costituzione, di fatto si confermerebbe, ahinoi, l’esistenza di un’Italia divisa e diversa, in cui la democrazia degrada progressivamente verso Sud".