Direttore: Aldo Varano    

NDR. Di Meo: se i boss mettono i soldi poi pretendono l’inchino

NDR. Di Meo: se i boss mettono i soldi poi pretendono l’inchino

''Storie e distorsioni come quelle di Oppido Mamertina si contano in tutto il Sud. Per uscirne, occorre un protocollo di intesa per disegnare i percorsi delle processioni, per evitare che si fermino sotto casa dei boss''.

Lo dice all'Adnkronos lo scrittore Simone Di Meo, autore di saggi sulla criminalità organizzata tra cui, uno di prossima uscita, sul rapporto tra mafie e religione, in merito all'omaggio durante la processione della Madonna delle Grazie di Oppido Mamertina alla casa di un boss della 'ndrangheta. ''Spesso -spiega lo scrittore anticamorra- gli organizzatori di questi eventi religiosi si giustificano sostenendo che ci sono vecchie chiese o altarini proprio nelle vicinanze delle case dei malviventi, tentando così di giustificare la tappa per l'inchino''.

Ma ''soprattutto quello che serve -rimarca l'autore de 'L'impero della camorra- è rendere trasparenti i flussi di finanziamento di queste processioni, perché se i soldi li mette il boss, poi la camorra o la 'ndrangheta pretende fermate delle statue sacre sotto i balconi degli esponenti del clan''.

''Una vicenda analoga a quella di Oppido Mamertina -ricorda Di Meo- l'ho vissuta a Castellamamre di Stabia, nel 2011, quando si tenne la processione di San Catello. La statua del patrono si fermò sotto l'abitazione di un noto boss della camorra e l'allora sindaco Luigi Bobbio, ex pm antimafia, si tolse la fascia tricolore e ritirò i gonfaloni dal corteo''.

''La cosa positiva -sottolinea il giornalista noto per le sue inchieste sula camorra- fu che il vescovo, presa coscienza del fenomeno, decide di ridisegnare il tragitto della processione per evitare che quella fermata fosse contemperata nel percorso''. ''In quella circostanza -conclude Di meo- il rapporto di collaborazione tra autorità laica e quella religiosa fece sì che il boss rimanesse dietro le tapparelle, non potendo più affacciarsi da quel balcone''. (fonte adnk)