Direttore: Aldo Varano    

NDR. Enzo Ciconte: bisogna sospendere le processioni che rafforzano i boss. Ma Alfano non può prendersela solo coi preti

NDR. Enzo Ciconte: bisogna sospendere le processioni che rafforzano i boss. Ma Alfano non può prendersela solo coi preti
''Per evitare ingerenze mafiose, bisogna sospendere le processioni. I soldi per tante feste li mettono i boss, e poi fanno sfilare le processioni sotto la loro casa''. Lo dice all'Adnkronos Enzo Ciconte, docente di Storia della criminalità organizzata all'Università degli Studi Roma Tre e all'ateneo di Pavia, in merito alla processione di Oppido Mamertina. ''Con le manifestazioni religiose -spiega l'autore di 'Storia criminale' e altri saggi pubblicati da Rubbettino sulla storia della 'ndrangheta e dei costumi malavitosi- la 'ndrangheta cerca visibilità e consenso. La partecipazione dei mafiosi alle processioni è una dimostrazione di forza. Nella loro mentalità, dire 'io porto le statue della Madonna', significa che 'perfino la Chiesa deve scendere a patti con me'. Il popolino quando vende lo 'ndranghetista sotto la statua, si immedesima in lui e questo rafforza il sistema criminale''. ''Da laico -rimarca Ciconte- dico che le manifestazioni di religiosità dei mafiosi sono forme di paganesimo. Alla Chiesa consiglio di applicare le parole di Papa Francesco, che ha scomunicato i mafiosi ma ha anche detto che bisogna contrastare la mafia. I vescovi e i parroci devono trovare le forme religiose per combattere la 'ndrangheta. Ma questo -è l'analisi dello studioso- è un discorso che non riguarda solo la Chiesa. Accanto al parroco, alla processione di Oppido Mamertina c'era anche il sindaco e i consiglieri comunali. Il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, che si è detto allibito da quella processione, non se la può prendere solo con il prete...''.