Direttore: Aldo Varano    

RC. Credenze, pregiudizi e stereotipi al centro dei “Venerdì della conoscenza”

RC. Credenze, pregiudizi e stereotipi al centro dei “Venerdì della conoscenza”
ReP
 


L’iniziativa “I venerdì della conoscenza” varata dal Coordinamento donne e giovani Cisl di Rc, responsabile Nausica Sbarra, prosegue il suo percorso.
Dopo la tappa “Mi conosco, posso” è stata la volta di: “Credenze, pregiudizi, stereotipi”.
Tema alquanto complesso attesa la massima di Einstein Albert: “E’ più facile spezzare un atomo che un pregiudizio”.
Il relatore, Larizza, ha focalizzato l’attenzione su: influenze, passato, presente, futuro, mente, corpo, emozioni, potenziale, azioni, risultati. Tra le consapevolezze emerse spiccano:
-L’essere umano è generatore di informazione piuttosto che semplice ricettore
-Il comportamento umano è il prodotto di effetti fisici interni ed esterni, effetti mentali, effetti presenti nell’ambiente.
-Il cervello non è statico ma dinamico,
-Ciò che chiamiamo intelligenza è modificabile.
-il linguaggio plasma il pensiero.
-Il valore della mediazione: l’azione di chi si pone tra l’individuo e l’ambiente circostante è “mediazione” e il soggetto prende il nome di “mediatore”.
-Conoscere e comprendere emozioni significa: generare e regolare emozioni.
-Il cambiamento si verifica quando una condizione ambientale, stimolo, relazione determinano una modifica del comportamento che diviene azione, che è una modalità attraverso cui l’individuo interviene sulla realtà e la trasforma.
La mente, il linguaggio, la cultura, la società sono da considerare come fondati su proprietà cerebrali. Un’interazione fra ambiente ed organismo che porta continuamente alla produzione di mondi fatti di processi di pensiero ma anche di processi senso-motori,
La mente è un aspetto dell’intero organismo nella sua totalità, comprendendo anche l’ambiente con cui si trova ad interagire..
- La cognizione è sempre “situata” perché i processi mentali hanno luogo e si svolgono nel tempo e quindi sottendono ed esprimono adattamento.
- Il corpo viene ad essere quindi influenzato dal contesto e dal suo cambiamento
-La Capacità è un concetto basilare e binario in quanto coniuga in modo inclusivo pensiero ed azione.
- Credenza: convinzioni basate su verità aprioristiche, costituite attorno ad un valore.
-Stereotipo da ( stereos- tupos:impronta rigida) è un insieme coerente e abbastanza rigido di credenze negative che un certo gruppo condivide rispetto ad un altro gruppo o categoria sociale, è il nucleo cognitivo del pregiudizio, l’insieme di quelle rappresentazioni mentali che portano a pensare e agire in modo sfavorevole nei confronti di un gruppo sociale.
-Pregiudizio: secondo l’etimologia del termine per “pregiudizio” - prae iudicium, “prima-giudizio” s’intende l’espressione di un giudizio prematuro, basato su informazioni insufficienti, su una conoscenza parziale e incompleta.
“L’ascolto” nel laboratorio è stato il momento in cui si è costruito il senso dell’impegno delle donne, il saper ascoltare è stato il punto centrale della comunicazione. Ne è conseguito un orientamento motivazionale capace di produrre nuovi modi di essere e nuovi comportamenti, i cui punti forti sono: la cultura organizzativa, il sentimento di appartenenza, la fiducia in sé e negli altri
l’identità.
Il Prossimo appuntamento è fissato per Venerdì 11 Luglio alle ore 17.00 c/o la CISL, sita in via dei Correttori, per trattare i seguenti argomenti: “Valori e regole” e “Parole e gesti”.