Direttore: Aldo Varano    

RC. Al via Bandiere arancioni nel Parco Nazionale d’Aspromonte

RC. Al via Bandiere arancioni nel Parco Nazionale d’Aspromonte
ReP
 

Il Touring Club Italiano promuove il marchio di qualità
che premia le realtà eccellenti

L’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte e il Touring Club Italiano hanno presentato presso la sala G. Levato di Palazzo Campanella, la I edizione di Bandiere arancioni nel Parco Nazionale d’Aspromonte, rivolta ai Comuni del Parco localizzati nell’entroterra con una popolazione inferiore ai 15.000 abitanti.

A presentare l’iniziativa Giuseppe Bombino, Presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, Tommaso Tedesco, Direttore dell’Ente Parco, Marco L. Girolami, Direttore Strategie territoriali del Touring Club Italiano, Giuseppe Zampogna, Presidente della Comunità del Parco e Chiara Parisi, Responsabile dell’Ufficio Comunicazione dell’Ente Parco.

I Comuni interessati a partecipare all’iniziativa possono presentare la propria candidatura entro venerdì 12 settembre. Le località che supereranno gli oltre 250 criteri di valutazione previsti dal Touring raggruppati in 5 macroaree (Accoglienza, Ricettività e Servizi complementari, Fattori di attrazione turistica, Qualità ambientale, Struttura e qualità della località) e che risulteranno in linea con gli standard qualitativi previsti dal Modello di Analisi Territoriale Touring verranno certificati con la Bandiera arancione. I Comuni che, a seguito dell’analisi e del sopralluogo, non risulteranno in linea con gli standard riceveranno il Piano di miglioramento: lo strumento che indica le principali azioni che il Comune può mettere in pratica per potenziare il sistema di offerta turistica locale. Sarà inoltre organizzato un incontro formativo sui temi turistici e ambientali, aperto a tutti i Comuni candidati e rivolto agli amministratori, agli operatori e ai cittadini.

La Bandiera arancione è il marchio di qualità turistico ambientale assegnato dal Touring Club Italiano alle piccole località dell'entroterra che dimostrano di saper conservare,
valorizzare e promuovere le proprie risorse turistiche senza compromettere l’ambiente, il paesaggio e le esigenze delle comunità ospitanti. Bandiere arancioni ha l’obiettivo di

promuovere un turismo responsabile, evoluto e di qualità che favorisca la promozione dell’identità territoriale.

Ad oggi, in Italia, i Comuni certificati sono 203 distribuiti sulla totalità del territorio nazionale. In Calabria i Comuni certificati sono due: Civita e Morano Calabro, entrambi nella provincia di Cosenza.

Ideata nel 1998, la Bandiera arancione ha il patrocinio dell’Enit, è stata riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale del Turismo come unica esperienza italiana di successo nel campo del turismo sostenibile e nel 2008 ha ricevuto lo Skal Ecotourism Award, premio internazionale assegnato al TCI dall’associazione Skal International.

L’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte ha voluto fortemente sostenere questa iniziativa, consapevole che il progetto, che prevede il coinvolgimento dei comuni del Parco, possa concorrere a valorizzare le aree aspromontane e ad orientare il sistema territoriale, nelle diverse espressioni che lo caratterizzano, verso il miglioramento dei servizi. La bandiera arancione è un marchio di qualità che, se conferito, come auspichiamo, favorisce e crea una riconoscibilità non solo per i Comuni che ne beneficerebbero, ma anche per quelli limitrofi, la cui “dimensione identitaria” non può non riferirsi ad una logica di sistema in cui i valori, seppur nascenti dalla pianta locale, trascendono da essa per raggiungere l’attenzione di un’area più vasta che li ordina, li ridefinisce e li esalta.