Direttore: Aldo Varano    

MORANO CALABRO (CS). Domenica “…Un chicco di neve in mezzo al mare!!!”

MORANO CALABRO (CS). Domenica “…Un chicco di neve in mezzo al mare!!!”
ReP
 

Morano Calabro – Domenica 20 luglio appuntamento teatrale da non perdere con la commedia “…Un chicco di neve in mezzo al mare!!!”, per festeggiare i dieci anni di successi “Tra palco e realtà” del “Redio Gaga”, l’esilarante show condotto dal duo comico Rosaldo & Vincenzo su Radio Alfa – Pollino. Mentre è dal 2007 che i due comici fanno il pieno di pubblico e risate in tutti i teatri e le piazze calabresi con il “Rediogaga Live show”. Lo spettacolo con inizio alle 21,30 sul palco allestito in Piazza Mercato, è inserito nel cartellone estivo “D’estate Morano 2014 – Insieme si può!”, messo a punto dalla neo amministrazione guidata dal sindaco Nicolò De Bartolo, in sinergia con la Pro Loco locale. “…Un chicco di neve in mezzo al mare!!!”, diretto da Casimiro Gatto, è una commedia nera, divisa in due atti, molto divertente, piena di trovate, di gag e di situazioni esilaranti. Sulla scena oltre ai due mattatori della risata Rosaldo & Vincenzo ci saranno Alessandro Laitano e Andrea Magnelli. “Lo spettacolo, che nasce dalla collaborazione della compagnia teatrale moranese L’Allegra Ribalta e di quella castrovillarese Aprustum, è basato su una storia semplice con un equilibrio perfetto tra una comicità trascinante e tanta malinconia che parla di famiglia, affetto, tolleranza. – spiega l’assessore alla cultura Emilia Zicari - Si parla della diversità senza prendersene gioco anzi ridicolizzando piuttosto gli aspetti più buffi della cosiddetta normalità”. “…Un chicco di neve in mezzo al mare!!!” , che ha riscosso notevoli consensi di critica e di pubblico anche fuori regione, tratta di malattia, di solitudine, di morte, eppure fa ridere, e tanto e questo contrasto lascia il segno nei cuori della gente. Protagonisti tre fratelli che si riuniscono dopo la morte della madre per la lettura del testamento. Ognuno di loro ha dei problemi: il primo è ritardato ed apparentemente è quello che sembra più bisognoso della cura dei fratelli, il secondo è afflitto da depressione, dopo essere stato per una vita intera chiusa a casa per prendersi cura della mamma e del fratello, il terzo che torna a casa dopo tantissimi anni ha il vizio del gioco. Nel corso della storia scopriremo che il malato rimasto infantile, è molto più sveglio di quello che sembra.
Domenico Donato