Direttore: Aldo Varano    

RC. Ass. Arena su Museo

RC. Ass. Arena su Museo
ReP
 

“Apprendo con stupore e viva preoccupazione – afferma l’Assessore Arena - che il completamento del Museo nazionale della Magna Grecia e' stato ulteriormente rinviato e, quel che e' più grave, senza che la Direzione Regionale sia in grado di dare una data certa su quando la preziosa infrastruttura sarà finalmente fruibile.
Non conoscere oggi quando sarà ultimata la struttura, a tre anni di distanza dall'originaria data di completamento (31 dicembre 2010) e a poco meno di otto mesi dall'inizio dell'Expo 2015, che porterà decine di milioni di visitatori in Italia, e' gravissimo e rischia di vanificare l'attività posta in essere dalla Giunta Scopelliti per ampliare l'offerta turistica. Voglio ricordare che dal mese di settembre a Reggio cominceranno ad arrivare con regolarità le navi da crociera e che si sta interloquendo con importanti compagnie aeree e tour operator per portare i visitatori dell'Expo nella nostra città. Inoltre tale situazione impedisce alla Regione di programmare adeguati eventi di respiro internazionale che devono accompagnare l'apertura del Museo.
La fruizione della struttura, infatti – continua Arena - non e' una questione che riguarda solo la città di Reggio o anche la Calabria, ma tutta la comunità internazionale: la qualità e l'interesse dei beni custoditi al suo interno sono stati ripetutamente affermati da tutti gli addetti ai lavori sia del settore culturale che turistico, oltre che da tutti i ministri che si sono succeduti sin da quando si e' cominciato a parlare della sua ristrutturazione.
Ogni giorno il Ministro Franceschini, molto opportunamente, appare su tutti i media con dichiarazioni nelle quali ribadisce come, in questo particolare momento, bisogna impegnarsi per rinforzare la nostra economia attingendo a risorse provenienti dall'estero. È evidente come l'azione amministrativa della Sovrintendenza regionale non sia in linea con l'indirizzo del Ministro.
A rendere ulteriormente grave questo stato di cose e' il fatto che le risorse sono state erogate, dallo Stato e dalla Regione, in misura tale da raddoppiare l'importo inizialmente previsto. Nonostante sia già stato risolto il contenzioso in essere, ad oggi la Direzione Regionale, da cui adesso dipende tutto l'iter, non e' stata in grado di elaborare un preciso cronoprogramma.
A questo punto credo che non sia più differibile un tempestivo quanto incisivo intervento da parte della deputazione parlamentare calabrese – conclude l’Assessore regionale alle attività produttive Demetrio Arena chiedendo al Governo se è a conoscenza del fatto che in Calabria un organo periferico del Ministero disattende in maniera così evidente quelli che sono i suoi compiti e gli indirizzi dello stesso Ministro”.