Direttore: Aldo Varano    

POLISTENA (RC). Il sindaco Tripodi chiede la rettifica di alcune delibere a rilancia sulla sanità pubblica

POLISTENA (RC). Il sindaco Tripodi chiede la rettifica di alcune delibere a rilancia sulla sanità pubblica
ReP
 

Tra qualche giorno il comitato di rappresentanza dei Sindaci incontrerà presso l'ospedale di Polistena i vertici dell'azienda sanitaria e del dipartimento regionale sanità.
Tante sono le questioni che porteremo all'attenzione dell'assemblea che non dovrà essere una passerella ma un momento di serio approfondimento sulle problematiche che investono la sanità pubblica e l'ospedale di Polistena, unico presidio che nella Piana di Gioia Tauro eroga un adeguato servizio di assistenza in termini qualitativi e quantitativi.
Se è vero come è vero che la sanità pubblica della Piana si regge per i due terzi sull'ospedale di Polistena, è impensabile che lo stesso continui a non essere valorizzato e potenziato nella giusta maniera. Da uno dei più recenti decreti del presidente della giunta regionale, il n. 58 del 26.6.2014, che ha riorganizzato i centri trasfusionali della regione in funzione presso gli ospedali, si evidenzia la scelta di ridurre i carichi di lavoro del reparto operativo a Polistena. La delibera in questione ha trasformato la funzionalità del reparto da h24 ad h12, comportando un disservizio ed un rischio per tutti gli ammalati da sottoporre ad intervento chirurgico.
Il che è inaccettabile se si guarda all'ospedale di Polistena come centro spoke strutturato principalmente su reparti di emergenza-urgenza collegati ai comparti operatori, alla rianimazione, alla chirurgia, all'ortopedia, all'Utic, al Pronto soccorso.
A tal proposito si precisa che l'Amministrazione Comunale di Polistena sta compiendo un notevole investimento per la realizzazione della pista di elisoccorso che già ha superato l'esame della commissione regionale, per abbattere i tempi di soccorso e qualificare l'offerta di servizi dell'ospedale di Polistena a beneficio dell'intero territorio.
Non si spiega poi la decisione dell'azienda adottata con disposizione n. 507 del 11 luglio 2014 di acquistare due apparecchiature per gli esami di TAC di ultimissima generazione presso altre strutture minori, senza invece pensare a rinnovare la diagnostica in uso al reparto radiologia dell'ospedale di Polistena che concentra la quasi totalità delle prestazioni eseguiti ad interni e cittadini della Piana di Gioia Tauro.
Rivedere tali iniziative si rende dunque indispensabile per restituire ruolo ed attenzione all'ospedale di Polistena, dove spesso per la quantità di utenti, si presentano allucinanti situazioni di ingolfamento che creano disagi e disservizi specie durante la stagione estiva in presenza di meno personale medico ed infermieristico.
Infine oltre a ribadire il nostro impegno a difesa della sanità pubblica e della centralità dell'ospedale di Polistena, occorrerà comprendere come mai il dipartimento regionale sia in grave e colpevole ritardo nei pagamenti dovuti in base alla legge 210/92, secondo cui per il tramite della Regione, lo Stato riconosce ai cittadini ammalatisi a seguito di trasfusione, un'indennità mensile ormai arretrata da almeno sei mesi.
Nella convinzione che sia utile discutere e confrontarsi su questi temi, auspichiamo che vi sia l'inevitabile rettifica dei provvedimenti in questione, necessaria per tutelare compiutamente il diritto alla salute dei cittadini della Piana di Gioia Tauro e non solo.

 

Michele Tripodi
SINDACO DI POLISTENA