Direttore: Aldo Varano    

RC. Ethos sul carcere (Arghillà) al servizio della città

RC. Ethos sul carcere (Arghillà) al servizio della città

“IL CARCERE AL SERVIZIO DELLA CITTÀ”. Riqualificazione e mantenimento delle aree verdi e zone Degradate della città di Reggio Calabria, sulla base delle attività di reinserimento e socializzazione dei detenuti attraverso l’applicazione dell’art. 21 dell’Ordinamento Penitenziario e delle Direttive Europee sulla materia.

ETHOS è lieta di comunicare ai cittadini che in data 21 Luglio 2014 è entrato nella fase esecutiva il progetto “ Il Carcere al servizio della Città “. FINALMENTE entra nella sua fase operativa un progetto unico (nel suo genere) nella storia della nostra Città, ovvero un progetto permanente negli anni ed a costo zero per l’Amministrazione Comunale, che punterà decisamente alla bonifica, alla cura ed al mantenimento delle aree più degradate del nostro territorio comunale. Si inizia proprio da Arghillà, oggi quartiere simbolo di una periferia abbandonata, che per Ethos può diventare, domani, volano di sviluppo per la Città, sede del nuovo Carcere Reggino, da dove un gruppo di 5/6 detenuti (in futuro vi sarà un numero più congruo) condannati definitivamente ed in regime di cui all’art. 21 dell’O.P., lavoreranno al servizio della comunità reggina in qualità di operai/giardinieri. Successivamente il progetto proseguirà in altri siti, quali i parchi giochi per bambini, i siti archeologici cittadini, la Villa Comunale ed altre aree cittadine, il tutto concordato con Palazzo San Giorgio, l’Amministrazione Penitenziaria ed i comitati di quartiere presenti nelle nostre periferie ed in costante contatto con Ethos. Pertanto, in quest’ottica, la nuova Casa Circondariale di ARGHILLA’ può considerarsi una risorsa immensa per Reggio, oltre a rappresentare, proprio sulla base dei principi della c.d. Giustizia Riparativa, un’eccellente possibilità, per i detenuti, di ricongiungersi alla società attraverso il lavoro di pubblica utilità. Questo percorso rientra pienamente nell’opera socio/educativa che questi uomini intraprendono prima nella vita “intramuraria” e poi all’interno della società civile. Corre l’obbligo di ringraziare – per l’esecutività di questo progetto - l’Amministrazione Penitenziaria, nella persona della Direttrice delle Carceri Reggine, D.ssa Maria Carmela LONGO e tutta l’area socio/pedagogica da Lei diretta in entrambi gli Istituti, il Tribunale di Sorveglianza di Reggio Calabria (Istituzione fondamentale per la realizzazione del progetto), il Parroco di Arghillà e Cappellano del Carcere di Arghillà, Don Francesco MEGALE (componente attivissimo nel progetto), il Comune di Reggio Calabria, nella persona della D.ssa STRACUZZA, infine il Presidente della Provincia di Reggio Calabria, Dr. Giuseppe RAFFA per essersi fattivamente attivato per far stanziare – dall’Ente Provincia - la somma di Euro 5.000,00 per il progetto ideato e fortemente voluto da ETHOS nel dicembre 2013.

                                                                                  Il Presidente

                                                                             Sebastiano Cristiano