Direttore: Aldo Varano    

Hospis in Italia, 221. In Calabria, due

Hospis in Italia, 221. In Calabria, due
In Italia aumenta, ma resta concentrato al Nord, il numero degli hospice, ovvero di strutture che si occupano di pazienti colpiti da una malattia che non risponde piu' a trattamenti: sono 221 quelli attualmente funzionanti, per 2307 posti complessivi, ma ben 60 si trovano in Lombardia, che da sola vanta un terzo del numero totale di posti disponibili, ovvero 738. Seguono Emilia Romagna (22 hospice), Toscana (22) e Veneto (21). In coda, come facile immaginare, regioni piccole come Molise, Val d'Aosta e Umbria (1) ma anche regioni molto piu' popolose come la Calabria, che ne conta 2, la Liguria o il Friuli Venezia Giulia, a quota 6.   E' quanto emerge dal rapporto trasmesso dal Ministero della Salute al Parlamento sullo stato di attuazione della Legge n.38 del 2010 che regolamenta l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. Diminuisce il numero di decessi di pazienti con una patologia neoplastica avvenuti in un reparto ospedaliero per acuti (nel 2012 sono stati 47.500, nel 2011 49.200, nel 2010 53.500), indicatore che permette, di valutare quanto le reti regionali riescano ad intercettare pazienti eleggibili per le cure palliative. Aumenta, di contro, l'assistenza palliativa a casa del malato. Nell'anno 2013 sono stati 40.000 gli assistiti terminali in assistenza domiciliare, il maggior numero dei quali in Piemonte, 9.887