Direttore: Aldo Varano    

CZ. Capellupo su biblioteca De Nobili

CZ. Capellupo su biblioteca De Nobili
ReP
 

Dichiarazione del Consigliere del Comune di Catanzaro Vincenzo Capellupo dopo l’annuncio di chiusura dell’emeroteca della Biblioteca comunale “Filippo De Nobili”del Capoluogo di Regione:

<<Sostengo l’iniziativa del Pd di Catanzaro – Circolo “E. Lauria” per l’acquisto e la consultazione di quotidiani e periodici dopo la sospensione del servizio presso la Biblioteca “F. De Nobili”, è una iniziativa, quella democrat, di grande sensibilità e di cittadinanza attiva. Come ho già ricordato nel Consiglio Comunale del 30 luglio ed in altre occasioni, negli ultimi due anni abbiamo assistito a tagli preoccupanti a danno della Biblioteca, dell’Archivio e di tutti i presidi culturali ed identitari di questa città penalizzando il sentire stesso di comunità cittadina>>.
<<Le difficoltà finanziarie degli enti pubblici italiani>> - continua Capellupo- <<sono cosa conclamata e la spending review si impone nel dibattito politico-amministrativo da qualche tempo. Non c’è dubbio, però, che proprio quando diminuisce per i cittadini la possibilità di consumare privatamente prodotti culturali, a causa della crisi generalizzata, i comuni e gli enti locali devono salvaguardare i servizi essenziali anche in questo settore di loro competenza. Il diritto all’informazione libera e aperta per i cittadini, grazie all’emeroteca comunale, già da anni ridotta nel numero delle testate, è uno di questi e dobbiamo farcene carico>>.
<<Si risolvano, quindi, tutti i problemi tecnici e finanziari del caso>> - ha concluso il consigliere Pd - <<anche perché fortunatamente la Biblioteca “F. De Nobili”, è sempre affollata di utenti, studenti e frequentatori, assistiti dal personale addetto che mette a disposizione la propria professionalità, esperienza e sensibilità ed è molto apprezzato dall’utenza. L’Amministrazione Abramo, quindi, si ricordi di prendersi cura della nostra Biblioteca, che è una delle storiche istituzioni culturali della Città Capoluogo e del territorio, regionale, da sempre un luogo imprescindibile di promozione della lettura e del libero pensiero tra i calabresi.>>